Di cosa sono fatte le lenti a contatto?

Iniezioni

Circa il 2% della popolazione mondiale utilizza lenti oculari per la correzione della vista. Questa invenzione del pensiero umano ha notevolmente semplificato la vita, permettendoci di vedere di più e di apparire ancora migliori. Avendo fatto di loro un attributo importante della loro vita, poche persone pensano alla domanda su cosa ha reso le lenti per gli occhi.

Le lenti possono essere divise in morbide e dure. Il primo è apparso alla fine del XIX secolo, rimanendo rilevante fino agli anni '60. Erano duri e erano fatti di plexiglass. Nel tempo, hanno iniziato a produrre lenti a base di silicone, che sono in grado di correggere meglio la vista, raggiungendo la massima nitidezza anche con gravi patologie oculari. Le lenti rigide a base di silicone hanno una maggiore saturazione di ossigeno. Lo svantaggio di questi obiettivi è che richiedono l'abitudine e una selezione più attenta, basata sulle caratteristiche anatomiche degli occhi.

La stragrande maggioranza delle persone preferisce indossare lenti morbide, che hanno i seguenti vantaggi:

  • le lenti morbide sono versatili;
  • sono saturi di umidità e lasciano abbastanza ossigeno;
  • hanno una vasta gamma di usi dalla correzione della vista agli effetti cosmetici.

Le lenti diventano morbide grazie alla presenza di acqua: maggiore è l'umidità nella lente, più morbida ed elastica. Sperimentalmente è stato trovato il contenuto d'acqua ottimale del 70%. Quando il contenuto di acqua è superiore a questo livello, le lenti diventano troppo morbide e scomode da usare, se le lenti a contatto sono realizzate con minore capacità di assorbire acqua, si avvertono secchezza e fastidio negli occhi.

Le lenti morbide per gli occhi sono fatte di polimeri idrofili di due tipi principali: idrogel e silicone-idrogel. Il primo polimero è caratterizzato da una debole permeabilità dell'ossigeno alla cornea dell'occhio, con il risultato che le lenti in idrogel sono progettate solo per essere indossate durante il giorno e richiedono frequenti cambi. Il secondo polimero elimina parzialmente gli svantaggi del primo. Le lenti in silicone idrogel hanno un'alta capacità di trasmissione del gas, quindi possono essere indossate per diversi giorni senza rimuovere la minaccia dell'ipossia oculare. Tuttavia, l'aumento della percentuale di silicone riduce il contenuto di umidità della lente, rendendolo più rigido e fragile.

Sebbene la produzione di lenti sia stata stabilita da molto tempo: i consumatori scelgono il meglio per se stessi e sono generalmente soddisfatti della qualità, ci sono lamentele sull'affaticamento degli occhi e una sensazione di secchezza. Pertanto, a maggio 2016, Alcon ha presentato il suo sviluppo innovativo: lenti a gradiente di acqua realizzate con una speciale tecnologia di combinazione dei materiali. Il contenuto di umidità di questi obiettivi della nuova generazione è aumentato, che è interno dell'80% e raggiunge il 100% sulla superficie, rendendoli quasi invisibili agli occhi. In effetti, ad Alcon sono state offerte lenti senza contatto.

Si noti che i materiali per la produzione di lenti a contatto possono essere preziosi. Così, l'indiano Sanjay Shah ha presentato le donne con occhi brillanti al pubblico. La base dei suoi obiettivi di design, che costano una fortuna e pesa circa 6 grammi, è oro giallo o bianco con inclusioni di diamanti. Tra la lente e l'occhio fornisce un cuscino d'acqua per una comoda vestibilità.
Avendo un'idea del materiale con cui sono realizzati gli obiettivi, è possibile scegliere la qualità ottimale per gli occhi in base alle capacità del portafoglio.

MyCosmetic.info

Articoli utili di salute e bellezza

Menu principale

Registra la navigazione

Di cosa sono fatte le lenti a contatto?

Le lenti a contatto non possono solo migliorare la vista, ma anche evidenziare la bellezza dei nostri occhi. Scegliendo lenti a contatto nei tuoi compagni di vita, dovresti pensare: di cosa sono fatti? Il materiale scelto dal produttore delle nostre lenti a contatto è adiacente alla cornea dell'occhio. Quindi, è necessario studiarlo attentamente per capire che cosa tu e i tuoi occhi affrontate ogni giorno per più di un anno di vita.

L'idea di creare lenti a contatto è nata all'inizio del XVI secolo. Qualcosa di simile a quello che le lenti degli occhi di oggi sono come è stato trovato negli appunti di Leonardo da Vinci. Nel 1888, A. Fick si unì alla teoria della creazione di lenti. Il materiale che ha proposto per creare lenti a contatto non era altro che un vetro. Quindi il vetro è diventato il materiale principale per la produzione delle prime lenti a contatto al mondo. Gli occhi di quelle anime coraggiose che hanno osato provare un'invenzione innovativa su se stessi, hanno costantemente pianto e provato irritazione dal contatto con un materiale tanto duro.

La produzione di lenti a contatto da vetro è continuata fino alla metà del 20 ° secolo. Nel 1950, grazie allo scienziato ceco Otto Wichterle, si verificarono cambiamenti significativi nella produzione di lenti. Un'alternativa al vetro è diventata un materiale polimerico. Questo materiale doveva essere regolarmente bagnato con acqua. La sua particolarità era che permetteva all'aria di passare attraverso se stessa, facilitando così lo stato della cornea dell'occhio.

Intorno al 1960, furono prodotte le prime lenti a contatto in polimero idrogel. Il principale vantaggio di questo materiale è che contiene non meno del 38% di acqua. Come sai, è l'acqua che è un conduttore per l'ossigeno, che è così necessario per tutto il nostro corpo, compresi i nostri occhi. Il polimero idrogel è la base per la produzione di lenti a contatto morbide oggi. Poiché i primi obiettivi sono stati rilasciati sulla base di questo materiale, sono passati molti decenni e in tutto questo tempo non sono stati fatti progressi. Il contenuto di acqua nelle lenti è aumentato, così come la quantità di ossigeno che le lenti sono in grado di attraversare. Ma oggi diversi produttori producono lenti con un diverso volume di produzione e contenuto d'acqua. Prestare attenzione al momento dell'acquisto al fatto che la trasmissione di ossigeno non deve essere inferiore a 24 unità.

Le lenti morbide a base di polimeri di idrogel sono abbastanza facili da usare ed economicamente disponibili per la maggior parte della popolazione. Il materiale è facilmente e rapidamente accettato dall'occhio e non causa alcun problema o disagio per gli occhi. Questo metodo di produzione di lenti è molto richiesto tra acquirenti e produttori. Trovare e scegliere le lenti morbide oggi non è un problema. Sono facilmente sostituibili, facilmente acquistabili e spesso consigliati da oftalmologi. Ma se vuoi che la tua opinione su questi obiettivi sia così entusiasta come la maggior parte delle recensioni su Internet, non essere pigro per seguire alcune regole. Le lenti in polimero idrogel morbido sono progettate esclusivamente per l'uso diurno. Ogni notte prima di andare a letto, le lenti devono essere rimosse. Nonostante tutte le promesse dei produttori, le lenti hanno una bassa capacità di trasmissione del gas e questa cifra può portare all'ipossia. Soprattutto la malattia può manifestarsi se si indossano lenti, essendo la maggior parte del tempo in spazi chiusi. Se si nota arrossamento negli occhi, secchezza o prurito grave, quindi consultare immediatamente un medico. È possibile che qualcosa di cui queste lenti a contatto sono fatte semplicemente non ti si addica. Quindi dovresti prestare attenzione alle lenti in silicone-idrogel.

Al suo centro, le lenti in silicone idrogel sono composte da due materiali contemporaneamente. Il primo materiale - l'idrogel, lo sappiamo già. È l'idrogel che è la base di ciò che sono fatte le lenti a contatto. L'aggiunta di silicone aumenta l'idrofobicità della lente. Tale prodotto sarà più costoso, ma anche più delicato per i tuoi occhi. Il contenuto di acqua nelle lenti a contatto è quasi raddoppiato a causa dell'aggiunta di silicone alla produzione. In larga misura, c'è un aumento e una trasmissione di ossigeno. Le lenti con tali caratteristiche possono essere indossate senza rimuovere giorno e notte per un'intera settimana. Con l'uso corretto di occhi di ipossia di qualità non avrai paura.

Quando usi per la prima volta questo tipo di obiettivo, i tuoi occhi avranno bisogno di tempo per abituarsi. È preferibile combinare lenti in idrossido di silicone con mezzi aggiuntivi per idratare l'occhio, poiché la secchezza è possibile a causa della natura del silicone.

Prima di scegliere una lente contenente silicone, è necessario prestare attenzione alla percentuale di silicone contenuta nella massa totale del prodotto. Più il silicone sarà, più le lenti saranno più resistenti. Il silicone influisce anche sulla fragilità della lente.

Le statistiche della domanda ci dicono che il futuro è alle spalle delle lenti a contatto in idrogelio, nonostante il loro costo sia leggermente superiore rispetto alle semplici lenti in idrogel.

Ora sai di cosa sono fatte le lenti a contatto, usa le tue conoscenze a beneficio della tua visione. Non dimenticare di consultare un oculista prima di scegliere o iniziare a usare le lenti a contatto. Lo sviluppo di nuove tecnologie e materiali non è a posto. Chissà che saranno le lenti di domani...

Materiale delle lenti a contatto

La correzione della vista con l'aiuto di lenti a contatto è un metodo non operativo e consente di correggere l'astigmatismo, la miopia e l'ipermetropia.

Le lenti a contatto sono più piccole, quindi sono più comode da indossare e presentano numerosi vantaggi, ad esempio sono di dimensioni più ridotte e offrono una visione periferica. Le lenti sono più confortevoli con uno stile di vita attivo o condizioni di lavoro avverse.

Oggi tutte le lenti a contatto sul mercato sono divise in due grandi gruppi di lenti a contatto: rigide e morbide. Un certo numero di proprietà e caratteristiche si differenziano a seconda dei materiali da cui sono realizzati.

Composizione di lenti a contatto rigide

Le lenti rigide possono essere realizzate con materiali permeabili ai gas e a tenuta di gas.

È importante! Più moderne sono le lenti a gas permeabili, poiché sono realizzate con materiali innovativi.

Materiale per lenti a contatto permeabili al gas

I materiali principali per la loro produzione sono il silicone, che è caratterizzato da un'eccellente permeabilità all'aria. Forniscono la quantità massima di ossigeno e di altri nutrienti importanti sulla superficie della cornea degli occhi. Tuttavia, l'obiettivo è un corpo estraneo, quindi l'occhio deve abituarsi a loro.

È importante! Preparatevi a lacrimare, arrossare e altri fenomeni che possono durare da alcune ore a diversi giorni.

La differenza tra le lenti solide permeabili al gas è un contenuto di acqua inferiore, tuttavia, ciò consente loro di mantenere la forma e la rigidità necessarie.

Materiale per lenti a tenuta di gas a contatto

Il materiale principale per la produzione è il vetro organico o il polimetilmetacrilato. Tuttavia, non passa l'ossigeno nella quantità richiesta. Pertanto, le lenti a tenuta di gas più moderne sono realizzate in silicone, il che è più conveniente rispetto al polimetilmetacrilato (PMMA). A questo proposito, il PMMA oggi non è più prescritto dai medici.

Contenuto d'acqua in lenti a contatto rigide

Il contenuto di acqua delle lenti viene determinato determinando il rapporto tra il peso dell'intero obiettivo e il peso dell'acqua stessa in percentuale. Questo indicatore è indicato come Dk. Maggiore è il contenuto d'acqua della lente, maggiore è la sensibilità a vari effetti meccanici. Inoltre, quegli obiettivi che hanno una grande Dk contribuiscono ad asciugare gli occhi, poiché il liquido si asciuga gradualmente durante il processo di usura, ei parametri ottici cambiano di conseguenza.

La composizione di lenti a contatto morbide

Le lenti morbide possono essere realizzate in idrogel e silicone idrogel, entrambi utilizzano l'idrogel.

Materiale per lenti in silicone idrogel

I principali materiali per la produzione di lenti in silicone idrogel sono silicone e idrogel. Il silicone è idrofobo, il che significa che il contenuto dell'obiettivo ha già acqua.

Lenti in silicone idrogel materiale:

  • alto livello di permeabilità all'aria e possibilità di usura prolungata, cioè senza rimozione di notte e sensazione di mancanza di ossigeno.

Gli svantaggi delle lenti in silicone idrogel includono:

  • idiosincrasia, alcuni pazienti non possono usare tali lenti;
  • il periodo per abituarsi all'obiettivo;
  • costo relativamente alto.

Materiale per lenti in idrogel

Per la prima volta il materiale idrogel divenne noto negli anni sessanta del secolo scorso.

pro:

  • La principale qualità di questi materiali è l'idrofilia, cioè attraggono l'acqua. Trasportano perfettamente l'ossigeno alla cornea dell'occhio, poiché oltre il 35% è costituito da acqua;
  • I vantaggi includono una facile selezione e l'assenza di assuefazione, così come il prezzo relativamente basso.

contro:

  • svantaggi, la capacità di indossare solo durante il giorno e una bassa velocità di trasmissione del gas.

Contenuto d'acqua in lenti a contatto morbide

In base al contenuto di acqua, le lenti a contatto morbide sono divise in tre tipi:

  • con alto contenuto di umidità - oltre il 60%;
  • con un contenuto medio di umidità di circa il 50-60%;
  • con basso contenuto di umidità - meno del 40%.

È importante! Più alta è la percentuale di contenuto di acqua, più le lenti sono comode da indossare, quindi più sono comode da indossare.

Da che materiale scegliere le lenti a contatto?

Non c'è una risposta definitiva a questa domanda. Tutto dipende dalle caratteristiche individuali dell'organismo, dalla tolleranza, dalla malattia e così via. Pertanto, al fine di scegliere le lenti giuste che forniranno il massimo livello di comfort per te, è necessario contattare uno specialista e consultarsi con lui.

Molto spesso oggi, gli esperti prescrivono lenti in silicone idrogel, in quanto combinano un sufficiente livello di contenuto di umidità, traspirabilità, il modello di elasticità richiesto, usura confortevole e prestazioni ottiche eccellenti. Tuttavia, è importante tenere in considerazione le preferenze personali del consumatore, i suoi desideri, la portabilità.

Di cosa sono fatte le lenti a contatto colorate?

Le lenti colorate sono realizzate con gli stessi materiali della tradizionale visione correttiva. In contrasto con l'ottica incolore, i prodotti coloranti, cosmetici o di carnevale sono realizzati con la tecnologia multistrato: si utilizzano almeno tre strati, uno dei quali contiene pigmenti. Altrimenti, non ci sono differenze particolari dall'ottica correttiva per la produzione e i materiali per gli strati a contatto con l'occhio e la palpebra.

Strati di lenti colorate

L'ottica del colore è costituita dai seguenti livelli:

  • Esterno, a contatto con la palpebra ed esposto a influenze esterne: polvere, raggi ultravioletti, ecc.
  • Medium contenente pigmenti speciali per conferire all'iride un colore specifico.
  • Interno, che si attacca direttamente al bulbo oculare e trattiene la lente sull'occhio.

Lo strato intermedio con i materiali coloranti non interagisce direttamente con la palpebra o l'occhio, e quindi è completamente innocuo per la mucosa, la pupilla, l'iride. Allo stesso tempo, nella produzione di tinta (il colore naturale dell'iride è reso più espressivo e inteso solo per le sfumature chiare degli occhi) viene applicata una colorazione uniforme su tutta la superficie della lente, compresa la zona della pupilla.

Nelle prime ore di utilizzo di tali prodotti, il "mondo circostante è dipinto con il colore dell'obiettivo" e l'immagine a colori è distorta, ma poi l'occhio si regola e l'immagine diventa ordinaria com'era prima di indossare. In cosmetica (cambiando radicalmente il colore dell'iride) l'area della pupilla non è dipinta. Di solito la parte non verniciata è fatta in dimensioni leggermente più grandi della pupilla, così che in condizioni di scarsa illuminazione, quando la pupilla si espande, la parte pigmentata non interferisce con la visibilità.

Per quanto riguarda i prodotti di carnevale con stampe non standard (rosso, nero e altri colori dell'iride, occhio di gatto, ecc.), Possono restringere la zona pupillare per ottenere uno speciale effetto teatrale.

Materiali utilizzati per l'ottica di contatto

Nella produzione di lenti colorate vengono utilizzate varie tecnologie (principalmente casting) e un gran numero di polimeri: polimacon, senofilcon, omafilcon, balafilcon, Vilfilcon e altri. In totale, secondo la classificazione FDA, si distinguono 4 gruppi, a seconda dei polimeri utilizzati e del contenuto di umidità.

Le lenti possono essere:

  • Rigida. Materiali da polimeri rigidi, possono essere permeabili al gas (GPL) e a tenuta di gas.
  • Morbido. Prodotti fatti di polimeri morbidi. Ci sono idrogel (HG) e silicone idrogel (Si-Hg).

I polimeri duri sono sempre più utilizzati nella produzione di ottica a contatto. Tali obiettivi hanno dimensioni ridotte rispetto ai prodotti realizzati con polimeri morbidi: c'è il pericolo di cadere senza occhi durante le attività sportive. Gli svantaggi dell'ottica fatta di polimeri rigidi includono il fatto che impiegano un tempo relativamente lungo per abituarsi a loro.

I polimeri morbidi (ad esempio, HEMA) sono altamente idrofobici. I prodotti assorbono l'umidità, bene passano l'ossigeno alla cornea a causa dell'evaporazione del liquido.

Il polimero HEMA (idrossietilmetacrilato) dalla fine degli anni '90 all'inizio degli anni 2000 è stato gradualmente sostituito dall'idrogel di silicone. Questo materiale passa meglio l'ossigeno, conserva le sue proprietà durante l'intero periodo di utilizzo e non richiede molta abituazione.

Come coloranti per lo strato intermedio, vengono usati pigmenti chimicamente inattivi che non reagiscono con i polimeri.

Gli oggetti colorati sono dannosi per gli occhi?

Poiché tutti gli strati di contatto sono realizzati con gli stessi materiali sicuri per gli occhi dell'ottica correttiva, non ci sono minacce alla salute. Lo strato di pigmento è completamente isolato dalla mucosa. L'area della pupilla in tinta e prodotti cosmetici corrisponde alla dimensione della pupilla umana, quindi non c'è disagio, diminuzione dell'angolo di visione o visibilità. La cosa principale è seguire le istruzioni del produttore e sempre in anticipo con un oftalmologo prima dell'acquisto. Puoi vedere la gamma e acquistare lenti colorate a Mosca in "Lenti per tutti"

Lenti a contatto

Lenti a contatto per gli occhi, così come gli occhiali, sono utilizzati per correggere gli errori di rifrazione senza chirurgia. Con il loro aiuto, è possibile eliminare facilmente difetti visivi quali miopia (miopia), ipermetropia (ipermetropia) e astigmatismo.

La storia della correzione della visione delle lenti a contatto (CL) ha origine nel 1500, quando furono descritte per la prima volta da Leonardo da Vinci. Nei secoli successivi, ci furono molti tentativi di realizzare tali dispositivi ottici da vari materiali (vetro, plastica), ma la maggior parte di essi non andò a buon fine, poiché le lenti causarono un notevole disagio durante il funzionamento.

I primi esemplari di successo furono creati negli anni 1960-1970 da Bausch Lomb, allo stesso tempo, sono diventati disponibili per i pazienti con errori di rifrazione come alternativa alla correzione della visione dello spettacolo. I decenni successivi sono stati molto proficui nella creazione di lenti a contatto. È stato inventato un gran numero di materiali nuovi e biocompatibili, sono stati sviluppati diversi disegni della superficie della lente, sono comparsi anche campioni colorati e multicolore, alcuni CL sono diventati possibili per lungo tempo senza portarli via di notte, senza danni alla vista.

Vantaggi e svantaggi della correzione della visione da contatto

I pazienti che hanno scelto lenti a contatto per correggere la loro vista, osservano i seguenti vantaggi e proprietà positive rispetto agli occhiali:

  • A causa delle dimensioni ridotte e della posizione direttamente sulla superficie del bulbo oculare, il CL offre una visione periferica molto migliore ed è anche caratterizzato da un numero significativamente minore di distorsioni ottiche.
  • Se una persona ha una grande differenza di visione (diottria) tra due occhi, allora i CL forniscono la correzione migliore in questo caso, in quanto sono ben tollerati (molti di questi pazienti non possono indossare gli occhiali a causa di effetti collaterali sotto forma di vertigini, mal di testa e distorsione ottica immagine).
  • Durante il funzionamento, i CR non producono fenomeni negativi come l'abbagliamento, il riflesso dalla superficie e le aberrazioni visive, a differenza delle lenti per occhiali.
  • Le lenti a contatto non hanno limitazioni nei campi di vista e, quando si indossano gli occhiali, il campo visivo è chiaramente limitato dalle dimensioni dell'obiettivo.
  • CL è molto più conveniente e più sicuro per operare con uno stile di vita attivo, lo sport, non compromettono la visione in varie condizioni meteorologiche (pioggia, neve, vento, nebbia, gelo).
  • Ci sono casi speciali in cui è impossibile ottenere una buona correzione della vista con l'aiuto di occhiali, per esempio con cheratocono, lesioni corneali, dopo operazioni sugli occhi, un alto grado di astigmatismo, in tali situazioni solo CL può restituire una visione chiara senza intervento chirurgico.
  • La visione di KL è naturale, cioè una persona vede tutti gli oggetti in dimensioni reali e non distorce la distanza, come quando si indossano gli occhiali.
  • Le lenti non appaiono sull'aspetto della persona, sono quasi invisibili agli estranei.

Tuttavia, non dovremmo dimenticare che anche l'obiettivo più moderno è un oggetto alieno per l'occhio, quindi è necessario conoscere gli argomenti contro la correzione della vista di contatto:

  • L'esistenza di un periodo di adattamento a CR, purtroppo, non tutti riescono a superarla, il che rende necessario rifiutare tale correzione della visione.
  • È necessario sviluppare competenze nel maneggiare le lenti a contatto, osservare rigorosamente l'igiene e non trascurare le regole di indossare CL.
  • Indossare CL è un elemento di spesa costante, in quanto è necessario acquistare costantemente un nuovo paio di lenti, soluzioni e contenitori per la conservazione e l'elaborazione e altri materiali di consumo.
  • L'utente CL deve visitare l'oftalmologo almeno una volta ogni 6 mesi.
  • Alto rischio di danni agli occhi allergici, nonché infezione in violazione delle regole per il trattamento della CR, lo sviluppo di complicazioni specifiche (ad esempio, vascolarizzazione corneale).

Di cosa sono fatte le lenti a contatto?

A seconda del tipo di materiale della lente, possono essere divisi in due grandi gruppi:

  1. Le lenti a contatto rigide (ICL) sono permeabili ai gas e a tenuta di gas.
  2. Le lenti a contatto morbide (MCL) sono idrogel, silicone-idrogel.

Il primo è stato inventato JCL da un materiale chiamato polimetilmetacrilato o vetro organico. Tali obiettivi si distinguevano per la loro durata e trasparenza ottica, ma non consentivano completamente l'ossigeno alla cornea, causando molti effetti collaterali durante il funzionamento a lungo termine. Per risolvere questo problema, gli esperti hanno aggiunto del silicone al materiale di partenza. Quindi, LCL divenne permeabile al gas, ma portò anche ad una diminuzione della forza dei prodotti e della complessità del processo tecnologico di produzione CL.

Le moderne lenti rigide sono realizzate in polimeri permeabili al gas. I loro vantaggi rispetto al soft:

  • Un più alto grado di permeabilità all'ossigeno, se confrontato con l'idrogel MCL.
  • Ottima chiarezza.
  • Buona correzione della vista per patologie quali un alto grado di astigmatismo, cheratocono, deformità corneali post-traumatiche o postoperatorie dell'occhio.
  • Resistente a danni, rotture, accumulo di proteine ​​e depositi lipidici sulla superficie.
  • Sono caratterizzati da un lungo periodo di funzionamento, che consente di risparmiare in modo significativo i soldi dell'utente.

Gli svantaggi di ZhKL includono:

  • Periodo di adattamento lungo e difficile.
  • La piccola dimensione della lente stessa, se confrontata con la MCL, che aumenta la possibilità che cada fuori dall'occhio e dalla perdita.

Ad oggi, gli oftalmologi ZhKL raccomandano l'uso di tali indicazioni:

  • Non è sufficiente che una persona abbia la chiarezza della visione fornita da MKL (con un alto grado di astigmatismo, con correzione della vista negli atleti professionisti).
  • Cheratocono.
  • Dopo l'intervento chirurgico sugli occhi per la correzione della rifrazione.
  • Con un obiettivo medico per correggere la miopia.

Le lenti a contatto morbide sono realizzate in idrogel e polimeri di idrogel siliconico. La loro caratteristica principale è il contenuto di umidità, sono in grado di legare le molecole d'acqua, che forniscono la possibilità di penetrazione di ossigeno alla cornea. L'MKL è diventato subito popolare, poiché ha una buona elasticità, contenuto di umidità, permeabilità all'ossigeno, è molto più facile adattarsi a loro e scegliere il giusto dispositivo ottico per un paziente specifico. L'ICL al silicio-idrogel, che si distingue non solo per un'elevata percentuale di contenuto di umidità, ma anche per un indice di permeabilità all'ossigeno molto elevato, per il quale sono spesso definiti "traspiranti", è diventato un passo avanti nella moderna correzione della vista a contatto.

classificazione

Oltre alla divisione di CL in hard e soft, ci sono diverse classificazioni.

Data la modalità di utilizzo, le lenti sono:

  • Di giorno - sono vestiti la mattina per tutto il giorno, e sono sempre presi prima di andare a dormire.
  • Flessibile - uguale al giorno, ma in alcune situazioni tali CL possono essere indossati senza rimuovere 1-2 notti.
  • Prolungato - non può essere rimosso fino a sette giorni.
  • Lunga usura continua - gli obiettivi non possono essere rimossi durante il periodo specificato dal produttore (di norma sono due settimane, ma ci sono modelli che possono essere indossati fino a 30 giorni).

Data la modalità di sostituzione di CL, gli obiettivi sono:

  • Lenti a contatto giornaliere: usa un nuovo paio di lenti ogni giorno.
  • Con frequenti sostituzioni programmate, una nuova coppia viene utilizzata ogni 1-2 settimane.
  • Con sostituzione programmata, cambia gli obiettivi ogni 1-3 mesi.
  • Tradizionale - sostituzione ogni 6-12 mesi.

Considerando il design superficiale, CL sono:

  • Sferica.
  • Asferiche.
  • Toric.
  • Multifocale.
  • Cheratocono.

Un criterio estremamente importante di un obiettivo è il suo potere ottico. Questo parametro è indicato nell'ordine obbligatorio nella ricetta su CL ed è espresso in diottrie. Le lenti possono essere più (per correggere la miopia) e meno (per correggere l'ipermetropia).

CLs differiscono in un parametro così importante come il raggio di curvatura della guaina corneale dell'occhio (grado di convessità della sua superficie), questo indicatore è espresso in millimetri. La curvatura di base della superficie posteriore dell'obiettivo dovrebbe coincidere il più possibile con la curvatura della cornea. Solo in questo caso, CL sarà idealmente "seduto" sull'occhio e non causerà disagio al paziente.

I CL sferici hanno la stessa potenza ottica su tutta la loro superficie. Sono adatti per pazienti con miopia, ipermetropia e un piccolo grado di astigmatismo.

I raggi cosmici asferici differiscono nella forma della loro superficie, grazie alla quale il loro raggio di curvatura e la loro potenza ottica diminuiscono gradualmente dal centro alla periferia. Tale modifica può ridurre significativamente il numero di aberrazioni visive (distorsioni). Le indicazioni per indossarle sono le stesse di quelle sferiche.

Il CL torico (astigmatico) possiede una diversa potenza ottica in diversi meridiani, quindi correggono l'astigmatismo presente nel paziente e contemporaneamente la visione negativa o positiva (ipermetropia, miopia).

I CL multifocali (bifocali e progressivi) sono utilizzati per la correzione della presbiopia - presbiopia. Il principio del loro lavoro è il seguente: hanno diverse zone ottiche, che sono responsabili di una buona visione a distanza ravvicinata, a media distanza e in lontananza. Le lenti bifocali semplici hanno tre zone. Quello superiore è progettato per la visione da vicino, quello inferiore per la distanza e quello centrale per la visione di oggetti a una distanza media. La differenza tra le diottrie di queste zone non dovrebbe essere superiore a 2-3 unità. I CR progressivi si distinguono per l'assenza di bruschi salti di potenza ottica tra le zone della lente, diminuiscono o aumentano in modo uniforme, il che fornisce una minore quantità di distorsione visiva e una migliore tollerabilità di tale correzione visiva.

Tipi speciali di lenti

Ci sono molte altre varietà di CL insoliti. Considerali.

sclerale

Questi obiettivi hanno un diametro molto più grande, in alcuni casi sono indossati quasi su tutto l'occhio. Sono usati per ragioni speciali, quando indossare il CL convenzionale non aiuta a correggere la rifrazione:

  • Congenita o acquisita (a causa di lesioni, operazioni) forma irregolare della cornea.
  • Cheratocono.
  • Grave sindrome dell'occhio secco.

Le lenti sclerali sono anche utilizzate a scopo cosmetico per creare un'immagine teatrale.

ortocheratologia

Si tratta di CL terapeutici, che consentono un po 'di tempo per correggere miopia fino a 6 diottrie e astigmatismo miopico fino a 1,75 diottrie. Quali sono queste lenti? Tutti loro sono permeabili ai gas rigidi. Vengono indossati durante la notte, durante questo periodo la forma e lo spessore della guaina corneale cambiano sotto l'azione della lente, il che porta a un cambiamento nella sua potenza ottica e una migliore visione. L'effetto può durare fino a diversi giorni. Questo metodo di correzione della vista è scelto da persone che non possono indossare il CL normale, ad esempio, quando lavorano in ambienti polverosi.

cosmetico

All'inizio, tali CL sono stati utilizzati solo per ragioni mediche al fine di nascondere un difetto dell'occhio esistente. Ma oggi tali obiettivi sono indossati da molti utenti che vogliono cambiare il loro colore degli occhi o dare l'originalità alla loro immagine.

Pertanto, il mercato moderno offre decine di opzioni per bellissimi obiettivi multicolore con e senza diottrie per utenti con occhi scuri e luce.

Complicazioni e controindicazioni della correzione della visione da contatto

È vietato utilizzare CL in questi casi:

  • Strabismo.
  • La sensibilità corneale è bassa.
  • Ptosi (omissione del secolo).
  • Blefarite (infiammazione della palpebra).
  • Diagnosi di sublussazione della lente.
  • Violazione della composizione quantitativa e qualitativa del liquido lacrimale.
  • Malattie infiammatorie delle membrane degli occhi e apparato visivo ausiliario (congiuntivite, cheratite, dacriocistite).
  • xeroftalmia;
  • Glaucoma.
  • Sindrome da immunodeficienza (congenita o acquisita).
  • Infezione da tubercolosi

Se usi CL e hai uno dei seguenti sintomi, devi immediatamente rimuovere le lenti e contattare un oftalmologo:

  • Dolore negli occhi.
  • Rossore.
  • Gonfiore.
  • Scarica dagli occhi
  • Prurito.
  • Lacrimazione costante
  • Taglio e sensazione di un corpo estraneo.
  • Visione offuscata

Indossare lenti a contatto è associato allo sviluppo di alcune complicazioni, soprattutto se l'utente trascura le regole di indossare, curare e violare la modalità di sostituzione. Le principali cause di complicanze sono l'infezione, l'ipossia corneale (mancanza di ossigeno), l'allergia ai componenti delle soluzioni di cura, nonché il materiale della lente stessa.

Molto spesso, gli utenti KL devono affrontare le seguenti complicazioni:

  • Sindrome dell'occhio secco.
  • L'ipossia corneale e l'ingrowth dei vasi sanguigni in esso.
  • Reazioni allergiche
  • Danno meccanico alla cornea dal bordo della lente.
  • Infezioni (congiuntivite, cheratite).
  • Deformità corneale

Recensioni

Le lenti a contatto sono un modo unico, veloce ed efficace di correzione della visione non chirurgica per i disturbi di rifrazione. Ma è importante capire che ci sono un gran numero di varietà di questo dispositivo ottico, e solo uno specialista dovrebbe selezionare il CL necessario per te, tenendo conto di tutte le funzionalità sopra descritte.

Come e di cosa sono fatte le lenti a contatto? Composizione e produzione di lenti a contatto

Gli strumenti di correzione dei contatti sono un ottimo modo per correggere i difetti visivi senza farti male nelle solite gioie della vita. Le lenti forniscono acuità visiva e, a differenza degli occhiali correttivi, non limitano la chiarezza della revisione periferica. Mkl non ha bisogno di essere corretto, rimosso durante lo sport, il nuoto e altre attività. Ogni anno stanno diventando più popolari.

L'evoluzione della tecnologia di produzione μl

Lo scopo della correzione della visione dei contatti è in continua evoluzione. Esperimenti costanti, nuove tecnologie, miglioramento dei materiali e composizione delle lenti sono ciò che fanno i migliori specialisti delle principali aziende ottiche. I moderni microlitri e dispositivi di contatto, ad esempio, quindici anni, sono fondamentalmente diversi l'uno dall'altro: per materiale, caratteristiche principali e metodo di produzione.

Prima che il mondo venisse a conoscenza della correzione dei contatti, molti scienziati in tutto il mondo hanno lavorato per creare dispositivi che migliorassero la vista. I primi tentativi di creare qualcosa di simile agli obiettivi sono appropriati al più grande scienziato e artista Leonardo Da Vinci. Il suo obiettivo era una sfera di vetro trasparente piena d'acqua, attraverso la quale gli oggetti esaminati sembravano più grandi.

Un secolo dopo, Rene Descartes ha creato il suo obiettivo. Era un tubo lungo e sottile, anch'esso con acqua, su un lato era attaccata una lente d'ingrandimento, con l'altra estremità del tubo "in contatto" con l'occhio.

Nel 1888 apparvero i primi analoghi del μL moderno. Il dispositivo di vetro ha tenuto il suo sguardo sull'occhio, ma allo stesso tempo ha completamente chiuso il bulbo oculare, creando disagio.

Negli anni '40 del XX secolo, furono create le prime lenti in plastica dura. Erano molto più piccoli dei loro predecessori in termini di dimensioni, ma il materiale era scomodo da indossare e talvolta poteva persino ferire l'occhio.

La vera rivoluzione nell'industria della correzione dei contatti avvenne nei primi anni '50 del secolo scorso. Due scienziati cechi, Otto Wichterlem e Dragoslav Limom, sono riusciti a sintetizzare un materiale completamente nuovo, in cui il 38% del peso della lente era costituito da acqua. Grazie al componente acqua, è stato ottenuto un polimero morbido, il materiale per i primi dispositivi di contatto elastico.

Quali sono le lenti a contatto fatte oggi?

Lo sviluppo della correzione dei contatti è ora in fase di costruzione principalmente per migliorare le proprietà dell'obiettivo.

A seconda del polimero principale, ci sono due gruppi di microlitri nella composizione:

Il primo tipo è costituito da uno speciale idrogel polimero, il cui componente principale è l'acqua (dal 38% al 69%). Maggiore è il contenuto di umidità, più morbido e tenero il materiale delle lenti.

Alcuni anni fa, Baucsh + Lomb ha rilasciato microlitri di idrogel di un giorno, dove fino al 78% è acqua!

I microlitri di silicone idrogel sono composti da due polimeri: idrogel e silicone. A differenza delle lenti in idrogel, questo tipo di obiettivo non è solo morbido, è "traspirante". Un flusso costante di ossigeno alla cornea ha un effetto positivo sulla durata dell'usura e rende anche possibile dormire nelle lenti. Alcuni modelli possono essere indossati per un massimo di 30 giorni senza rimozione.

Tecnologia di produzione di lenti a contatto moderne

Nell'industria moderna della produzione di microstrati ci sono diverse tecnologie di base:

  1. formazione centrifuga;
  2. girando;
  3. metodo di fusione;
  4. pressatura;
  5. metodo misto

Formazione centrifuga

Questa tecnologia, che ha costituito la base per la creazione dei primi dispositivi di contatto con idrogel nel 1960 (Istituto di Praga di Chimica Molecolare). È usato oggi. L'essenza del metodo sta nel fatto che una certa massa di una sostanza liquida, ruotando ad alta velocità, si indurisce gradualmente e acquisisce la configurazione desiderata.

Innanzitutto, un monomero liquido viene posto in una forma speciale curva. Ruotando, il monomero è esposto a forze centrifughe. Grazie ad una temperatura appositamente impostata, si diffonde nelle giuste proporzioni nella forma. A poco a poco, il materiale si indurisce e viene convertito in un polimero solido.

Dopo la polimerizzazione, il polimero è suscettibile alla saturazione del componente acqua. Inoltre, il passaggio del monitoraggio obbligatorio delle foto del computer: verifica delle dimensioni, del materiale, della qualità della lucidatura, ecc. La fase successiva è la sterilizzazione ad alte temperature, la colorazione, il confezionamento ermetico in blister e scatole.

Una caratteristica degli obiettivi che è stata prodotta dalla formazione centrifuga è una superficie posteriore asferica.

stuzzicare

Il monomero solido entra in una macchina speciale con controllo computerizzato. I programmi preimpostati influenzano i pezzi in modo tale che il risultato siano lenti a contatto con diversi parametri preimpostati.

Dopo la macchina, le lenti sono lucidate. La fase successiva è l'idratazione, la pulizia profonda chimica, il controllo qualità, la tonificazione (se necessario), la sterilizzazione.

A differenza della formazione centrifuga, il metodo di tornitura è molte volte più costoso.

getto

Abbastanza costoso metodo di produzione.

Per prima cosa devi lanciare una matrice di metallo (personalizzata per ogni nuova serie di lenti). Le copie vengono create sulla matrice, dove viene versato il monomero.

L'effetto più forte dei raggi ultravioletti sul monomero forma spazi vuoti solidi. Dopo l'indurimento, vengono inviati a lucidare, quindi saturati con il componente acquoso. I seguenti passaggi: tonificazione, controllo qualità, sterilizzazione e imballaggio in blister.

Metodo di pressatura

Questo metodo è usato meno spesso di altri. I grezzi polimerici induriti possono essere pressati in speciali stampi, quindi il processo di idratazione. Un'opzione di produzione inversa è possibile: in primo luogo, il polimero solido è arricchito con acqua e quindi pressato.

Metodo misto

Modo piuttosto popolare ed efficace per creare μl. La superficie frontale dell'obiettivo è creata dal metodo di formazione centrifuga e dalla parte posteriore - dal metodo di rotazione.

Questo metodo è alla base della creazione degli strumenti ottici più complessi.

Come sono fatte le lenti a contatto?

Circa 125 milioni di persone, ovvero il 2% della popolazione, indossano lenti a contatto. Rispetto agli occhiali, le lenti a contatto di solito forniscono una migliore visione periferica e non raccolgono umidità, come pioggia, neve, condensa o sudore. Questo li rende ideali per lo sport e le attività all'aperto. Inoltre, ci sono malattie, per esempio, come il cheratocono e l'aniseikonia, che sono corrette dalle lenti a contatto meglio degli occhiali. Più del 40% di coloro che portano lenti a contatto sono persone di età compresa tra 12 e 25 anni. Tra coloro che indossano le lenti a contatto per la prima volta, la percentuale di persone sotto i 35 anni è quasi del 90%.

Circa il 90% indossa lenti a contatto morbide, che sono divise in due tipi: lenti in idrogel e silicone-idrogel. Le lenti a contatto rigide sono utilizzate per la correzione della vista in casi difficili (ad esempio, con alti gradi di astigmatismo, con cheratocono) e in ortocheratologia. Ti permettono di ottenere maggiore acuità visiva grazie al fatto che mantengono la loro forma. Sono fatti di polimeri che forniscono un alto grado di trasmissione dell'ossigeno alla cornea dell'occhio.

Lenti che cosa fanno

Lenti a contatto - lenti ottiche per uso medico, attaccate direttamente alla cornea dell'occhio (guscio esterno, spazio aperto). Indossare lenti a contatto è un metodo efficace e comune per la correzione temporanea di disabilità visive, il cui nome è "correzione del contatto". Inoltre, gli obiettivi sono usati per modificare il colore degli occhi. Qualsiasi tipo di lente a contatto richiede la consulenza di persona con un oculista e una prescrizione individuale.

Per la prima volta l'idea di utilizzare la correzione dei contatti è stata espressa da Leonardo da Vinci nel 1508. Nell'archivio del suo lavoro c'è un disegno dell'occhio con un bagno pieno d'acqua - il prototipo di lenti a contatto moderne. Nel 1888, A. Fick descrisse la prima lente di vetro con potenza ottica. Fino alla metà del XX secolo, le lenti rimasero vitree e di dimensioni piuttosto grandi, il che portò all'irritazione della cornea.

Alla fine degli anni '50. Otto Wichterle, uno scienziato ceco, ha sviluppato un materiale polimerico che viene bagnato con acqua e lascia passare l'aria. Da questo momento in poi è iniziato lo sviluppo di lenti a contatto morbide.

Esistono molte classificazioni di lenti a contatto: a seconda del materiale di cui sono fatte, indossando (durata dell'uso di 1 lente), modalità di indossamento (giorno, prolungato, continuo), tipo (sferico, asferico), grado di colorazione (trasparente, lenti colorate, tinta esotico).

In generale, le lenti a contatto sono divise in due grandi gruppi:

* Rigidi sono fatti di materiali solidi, preservando indipendentemente la curvatura necessaria.
* Morbido composto da polimeri riempiti con una speciale soluzione salina che è sicura per gli occhi e, se indossata, un liquido lacrimale. La forma corretta di questo tipo di obiettivo supporta solo lo stato umido.

Il materiale della lente, di norma, è reso trasparente o leggermente colorato per facilitarne la manipolazione, in modo che una lente trasparente possa essere facilmente trovata in una bottiglia o in un blister.

Le lenti possono essere etichettate, indicando il lato anteriore e, talvolta, le sue proprietà ottiche.

Lenti a contatto

Lenti a contatto - lenti piccole realizzate con materiali trasparenti che vengono indossate direttamente sugli occhi per la correzione della vista (ovvero per aumentare l'acuità visiva), ad eccezione delle lenti a contatto decorative e cosmetiche - non solo possono correggere la visione, ma anche decorare gli occhi.

Le lenti a contatto, secondo gli esperti, sono circa 125 milioni di persone (2%) nel mondo.

Le persone indossano lenti a contatto per ragioni funzionali o ottiche. In confronto ai vetri, le lenti a contatto, di regola, forniscono una migliore visione periferica e non raccolgono umidità, come pioggia, neve, condensa o sudore (condizioni meteorologiche estreme). Questo li rende ideali per lo sport e le attività all'aperto. Inoltre, ci sono malattie come il cheratocono e l'aniseiconia, che tendono a essere corrette meglio dalle lenti a contatto rispetto agli occhiali.

Più del 40% di coloro che portano lenti a contatto sono giovani di età compresa tra 12 e 25 anni. E tra coloro che indossano le lenti a contatto per la prima volta, la percentuale di giovani sotto i 35 anni è quasi del 90%, mentre le donne tra di loro - il 70%.

Differenza dai punti

La principale differenza ottica: le lenti lasciano oggetti visibili senza distorsione (distorsione) a causa della vicinanza dell'occhio. I punti cambiano la forma e la dimensione degli oggetti.

Storia di

Per la prima volta l'idea di utilizzare la correzione dei contatti è stata espressa da Leonardo da Vinci nel 1508. Nell'archivio del suo lavoro trovava disegni di una palla piena d'acqua, attraverso la quale una persona con una vista debole poteva vedere meglio. Nei suoi dischi, ci sono anche schemi di lenti - il prototipo di lenti a contatto moderne. Nel 1637, Rene Descartes pubblicò la sua opera, in cui presentava i disegni di uno strumento ottico. Questo dispositivo consisteva in un tubo di vetro pieno d'acqua, una lente d'ingrandimento era attaccata ad un'estremità e l'altra estremità era attaccata all'occhio. Successivamente, il fisico inglese Thomas Jung migliorò lo strumento Rene Descartes usando un tubo più corto, compensando così gli svantaggi della rifrazione. Nel 1888, il fisiologo tedesco Adolf Gaston Eugene Fick descrisse la prima lente di vetro con potenza ottica. Ha prodotto il primo obiettivo e l'ha introdotto nella pratica medica nel 1889 dall'oftalmologo e inventore tedesco August Muller. Ha difeso la sua tesi di dottorato sul tema "Occhiali e lenti corneali". I primi obiettivi furono usati da Augustus Muller per correggere la visione della miopia.

Fino agli anni '60, le lenti a contatto venivano prodotte esclusivamente con vetro organico (PMMA). Le lenti rigide in PMMA erano scomode durante l'uso, provocavano una sensazione di corpo estraneo nell'occhio e non permettevano l'ossigeno alla cornea dell'occhio necessaria per il suo normale funzionamento.

Nel 1960, lo scienziato ceco Otto Wichterle sintetizzò un nuovo polimero (HEMA) e ne fece la prima lente a contatto morbida. Le lenti HEMA cominciarono a essere chiamate morbide, poiché questo polimero aveva la capacità di assorbire acqua (38%) e dopo la saturazione con acqua divenne molto morbido ed elastico.

Circa 10 anni fa apparve una nuova generazione di lenti a contatto morbide - lenti a contatto in silicone-idrogel, che offrivano ancora più comfort e sicurezza.

Tipi di lenti a contatto

Esistono varie classificazioni delle lenti a contatto: a seconda del materiale con cui vengono realizzate, in base alla frequenza di sostituzione (il periodo dopo il quale le lenti vengono sostituite con nuove), modalità di indossamento (diurno, flessibile, prolungato, continuo), design (sferico, torico, multifocale), gradi trasparenza (trasparente, a colori, decorativa).

In generale, le lenti a contatto sono divise in due grandi gruppi:

  • Lenti a contatto morbide
  • Lenti a contatto dure

Le lenti a contatto morbide vengono indossate da circa il 90% degli utenti di lenti a contatto nel mondo. Le lenti a contatto morbide, a loro volta, sono divise in 2 classi: lenti in idrogel e lenti in silicone idrogel.

Le lenti a contatto rigide sono utilizzate principalmente per la correzione della vista in casi difficili (ad esempio, con alti gradi di astigmatismo, con cheratocono) e in ortocheratologia. Le lenti rigide ti permettono di ottenere una maggiore acuità visiva grazie al fatto che mantengono la loro forma. Tali lenti sono costituite da polimeri che forniscono un alto grado di trasmissione dell'ossigeno alla cornea dell'occhio, pertanto sono chiamate lenti a contatto rigide permeabili al gas.

Lenti a contatto colorate e colorate

Le lenti a contatto colorate vengono utilizzate per cambiare radicalmente il colore dell'iride, colori della tinta, rispettivamente, per migliorare o cambiare l'ombra. Le lenti a contatto colorate e a tinta sono disponibili sia con diottrie, per correggere la visione e cambiare il colore degli occhi allo stesso tempo, sia con "zero" per coloro che desiderano ottenere solo un effetto cosmetico.

Le lenti a colori non influenzano il colore della percezione degli oggetti circostanti, dal momento che sono trasparenti al centro.

Non è consigliabile indossare lenti a contatto colorate al crepuscolo e di notte, poiché la pupilla umana si espande in una luce insufficiente, la parte colorata della lente entra nella zona di visibilità, che viene percepita come interferenza, il velo davanti agli occhi.

I principali parametri delle lenti a contatto morbide

Le lenti a contatto sono caratterizzate dai seguenti parametri principali:

  • materiale
  • Raggio di curvatura (BC, BCR)
  • Diametro di una lente (D, OAD)
  • Potere ottico
  • Asse del cilindro
  • Spessore centrale della lente
  • Modalità d'uso
  • Frequenza di sostituzione
  • disegno

Frequenza di sostituzione - raccomandata dal produttore di lenti a contatto per un periodo massimo di utilizzo, dopo di che le lenti devono essere sostituite con nuove.

  • 1 giorno (lenti a contatto di un giorno),
  • 1-2 settimane
  • 1 mese (lenti di ricambio mensili),
  • 3 o 6 mesi
  • 1 anno (lenti tradizionali).

Le lenti a lungo termine di trasporto senza sostituzione (6-12 mesi) sono imballate in bottiglie. Lenti sostitutive più frequenti sono confezionate in blister.

Modalità di trasporto: consigliata dal produttore di lenti a contatto il periodo massimo di tempo durante il quale l'obiettivo può essere indossato senza rimuovere.

  • giorno (le lenti sono indossate al mattino e rimosse prima di coricarsi),
  • prolungato (le lenti sono indossate per 7 giorni e non rimosse durante la notte),
  • flessibile (le lenti vengono indossate per 1-2 giorni senza rimozione),
  • continuo (possibile uso continuo di lenti per un massimo di 30 giorni senza rimuoverle durante la notte, la modalità è consentita solo per alcune lenti in silicone idrogel, il suo utilizzo richiede la consultazione di un oftalmologo).
  • notturno (indossato 15 minuti prima di coricarsi e decollato al mattino. Durante il giorno, il paziente vede perfettamente senza lenti, a condizione che siano osservate la modalità di riposo di 8 ore e l'usura settimanale).
Design delle lenti a contatto
  • Le lenti a contatto sferiche sono utilizzate per correggere miopia e ipermetropia.
  • Le lenti a contatto toriche sono utilizzate per correggere miopia e ipermetropia in presenza di astigmatismo.
  • Le lenti a contatto multifocali sono utilizzate per correggere la presbiopia.

Il design asferico può essere utilizzato per migliorare la qualità della visione in tutti i tipi di obiettivi.

Per la produzione di lenti a contatto utilizzate vari materiali. La maggior parte di questi sono polimeri idrogel. Materiali in silicone idrogel solo circa 10.

Il materiale della lente a contatto determina in gran parte le sue proprietà. Le principali caratteristiche del materiale includono il contenuto di acqua e la permeabilità all'ossigeno.

A seconda del contenuto di acqua nel materiale della lente, sono suddivisi in:

  • lenti per acque basse (50%).

Per le lenti a contatto idrogel, maggiore è il contenuto di acqua, maggiore è il passaggio di ossigeno alla cornea dell'occhio, con un effetto positivo sulla salute degli occhi. Tuttavia, con l'aumento del contenuto d'acqua, le lenti in idrogel diventano troppo morbide e difficili da maneggiare. Pertanto, il contenuto massimo di acqua nelle lenti idrogel non supera il 70%.

Per lenti in silicone idrogel, la trasmissione dell'ossigeno non è correlata al contenuto di acqua.

La capacità di una lente a contatto di passare ossigeno è caratterizzata da un coefficiente speciale Dk / t (Dk è la permeabilità all'ossigeno del materiale della lente, e t è lo spessore della lente al centro). Per lenti in idrogel Dk / t di solito si trova nel range di 20-30 unità. Questo è sufficiente per indossare durante il giorno. Affinché le lenti siano lasciate sugli occhi durante la notte, sono necessari valori molto più grandi. Le lenti a contatto in silicone idrogel hanno Dk / t dell'ordine di 70-170 unità.

Il raggio di curvatura associato al diametro della lente a contatto influisce sul modo in cui l'obiettivo "si trova" nell'occhio. Di solito le lenti sono disponibili in uno o due raggi di curvatura. La scarsa aderenza della lente a contatto a causa dell'inconsistenza del raggio di curvatura della lente alla forma della cornea può causare il mancato utilizzo delle lenti a contatto.

I principali parametri ottici di una lente a contatto sono: la potenza della sfera (in diottrie, con un segno "+" o "-"), la forza del cilindro (in diottrie) e la posizione dell'asse del cilindro (in gradi). Gli ultimi due parametri sono indicati per lenti a contatto toriche utilizzate per correggere l'astigmatismo.

Designazione degli occhi nella ricetta: OD - occhio destro, OS - occhio sinistro.

I parametri delle lenti a contatto per l'occhio sinistro e destro in un paziente potrebbero non corrispondere.

Condizioni d'uso

Se le lenti vengono scelte in modo errato, "galleggiano" nell'occhio - l'interferenza e il disagio sono inevitabili, dovresti consultare un medico. Quando il raggio di curvatura è troppo grande, le lenti sembrano "galleggiare" leggermente nell'occhio e, se sono troppo piccole, si "incastrano" in una posizione, sono fisse e non forniscono questa parte della cornea con l'apporto di ossigeno necessario. In entrambi i casi, le lenti dovrebbero essere cambiate: gli obiettivi scelti correttamente possono muoversi leggermente con qualche battito di ciglia (cioè non sono fissati rigidamente), ma il più delle volte sono al loro posto al centro della cornea. L'uso prolungato di lenti con un piccolo raggio di curvatura porta alla carenza di ossigeno della cornea e aumenta il rischio di cheratite, poiché con una quantità sufficiente di ossigeno, i patogeni non sopravvivono.

Si ritiene che tutte le lenti a contatto indossate debbano essere sottoposte a esami profilattici da un oftalmologo almeno una volta all'anno.

Possibili complicazioni

L'uso di lenti a contatto può portare ai seguenti tipi di complicanze:

  • malattie infettive (cheratocongiuntivite secca, altra congiuntivite, ecc.).
  • reazioni allergiche.
  • Reazioni ipossiche dovute a compromissione dell'accesso dell'ossigeno alla cornea.
  • danno meccanico alla cornea.

Se le regole di igiene non vengono rispettate e le lenti non vengono pulite correttamente, le lenti devono essere trattate con una soluzione detergente speciale, è possibile un'infezione della mucosa dell'occhio. Se non si rispettano i termini di utilizzo, la sostituzione regolare delle lenti con sostituzione pianificata, l'uso di lenti a bassa permeabilità all'ossigeno, l'invasione graduale dei vasi nella cornea dell'occhio (neovascolarizzazione corneale) e altre complicanze sono spesso irreversibili e rappresentano una controindicazione all'ulteriore utilizzo delle lenti a contatto.

Produzione di lenti a contatto

Esistono diversi metodi per la produzione di lenti: stampaggio centrifugo, tornitura, fusione e metodi che combinano queste tecniche.

  • Tornitura - Le billette polimerizzate "a secco" vengono lavorate al tornio. Con l'aiuto di programmi di controllo del computer ottieni obiettivi di geometria complessa con due o più numeri di raggi di curvatura. Dopo la svolta, le lenti sono lucidate, idratate (sature d'acqua) ai parametri richiesti e sottoposte a pulizia chimica. Alla fine del ciclo, l'obiettivo è colorato, ispezionato, sterilizzato, confezionato ed etichettato.
  • Casting: meno dispendio di tempo rispetto alla svolta. In primo luogo, viene creata la matrice metallica, per ogni serie di parametri degli obiettivi, la sua. Stampi di plastica vengono versati sulla matrice in cui il polimero liquido viene indurito, indurendosi sotto l'influenza dell'ultravioletto. L'obiettivo finito è lucido, idratato, tonificato, sterilizzato e confezionato.
  • Lo stampaggio centrifugo è il metodo più antico per produrre lenti a contatto morbide, ma è ancora usato oggi. Il polimero liquido viene iniettato in una forma rotante ad una certa velocità, dove viene immediatamente esposto alla temperatura e / o alla radiazione ultravioletta, che si indurisce. Il pezzo viene rimosso dallo stampo, idratato e sottoposto allo stesso trattamento di quando si gira.

Uno degli esempi del metodo combinato di produzione di lenti a contatto è il Reverse Process III. Con questo metodo, la superficie anteriore della lente è ottenuta con il metodo dello stampaggio centrifugo e la parte posteriore, ruotando.

Più Sulla Visione

Multilind Heilsalbe mit Nystatin (100 g)

Pomata nistatina terapeutica Multilind (confezione: 100 g)Multilind Nistatin Healing Unguento (confezione: 100 g) aiuta con molte malattie della pelle, malattie e ferite....

Infiammazione delle palpebre superiori e inferiori dell'occhio - trattamento

Tutte le foto dall'articoloL'infiammazione della palpebra superiore o inferiore dell'occhio può avere gravi conseguenze. Se non trattato, c'è il rischio di deterioramento o perdita della vista....

Perché ferire gli occhi dalla luce intensa

Sotto il sole o con la luce elettrica, alcune persone soffrono di lacrimazione e indolenzimento profusi. Nel linguaggio medico, questa condizione è chiamata fotofobia....

Lacerazione da un occhio: cause e trattamento

La lacrimazione è un sintomo che può indicare la stanchezza banale di una persona o il segno di una malattia piuttosto grave. Le lacrime sono allocate allo strato superficiale della cornea per alleviare l'irritazione....