Occhi muscolari

Occhiali

Per una visione chiara e chiara, oltre al lavoro coordinato del bulbo oculare, sono necessari i muscoli oculari. La loro innervazione è dovuta a un gran numero di contatti nervosi, rendendo possibile eseguire movimenti precisi quando si considerano oggetti che si trovano a distanze diverse. Il lavoro di sei muscoli (4 di loro sono obliqui e due diritti) è fornito da tre nervi cranici.

È attraverso le fibre muscolari che possiamo dirigere i nostri occhi su, giù, a sinistra, a destra o chiudere gli occhi quando si lavora a distanza ravvicinata. Diversi gruppi muscolari ci permettono di vedere immagini chiare con un alto grado di sicurezza. In questo articolo parleremo in dettaglio della struttura muscolare degli organi della visione. Considera la sua funzione, l'anatomia e le possibili patologie.

Struttura anatomica

I muscoli esterni dell'occhio si trovano all'interno dell'orbita e sono attaccati al bulbo oculare. Con i loro tagli, l'organo visivo si trasforma, dirigendo l'occhio nella giusta direzione. In misura maggiore il lavoro del sistema muscolare è regolato dal nervo oculomotore. Tutti i muscoli degli occhi iniziano circondati dall'apertura del nervo ottico e dalla fessura orbitale superiore.

A seconda delle caratteristiche dell'attaccamento e del movimento, le fibre muscolari dell'occhio sono divise in diritte e oblique. Il primo gruppo va in avanti:

  • interno (mediale);
  • esterno (laterale);
  • top;
  • inferiore.

Il retto esterno fornisce il giro dell'occhio al tempio. A causa della riduzione della retta interna - forse la direzione di guardare al naso. I muscoli diritti superiori e inferiori aiutano l'occhio a muoversi verticalmente e verso l'angolo interno.

I restanti due muscoli (superiore e inferiore) hanno una direzione obliqua del tratto e sono attaccati al bulbo oculare. Eseguono azioni più complesse. Il muscolo obliquo superiore abbassa il bulbo oculare e lo gira verso l'esterno, mentre l'obliquo inferiore si alza e si ritrae verso l'esterno. I movimenti oculari dipendono dalle caratteristiche dell'attaccamento delle fibre muscolari striate.

Alla fine dell'articolo parleremo dei nervi che innervano i muscoli dell'apparato visivo:

  • a forma di blocco - obliquo superiore;
  • scarico - dritto laterale;
  • oculomotore - tutto il resto.

Il sistema muscolare esterno include anche un muscolo che solleva la palpebra superiore e un muscolo circolare. Il muscolo circolare dell'occhio (radiale) è un piatto che copre l'ingresso dell'orbita. Va in giro per l'intera circonferenza dell'occhio. La sua funzione principale è quella di chiudere le palpebre e la protezione degli occhi. Consiste di tre parti principali:

  • secolare - responsabile della chiusura delle palpebre;
  • orbitale - con spasmi involontari provoca la chiusura degli occhi;
  • lacrimale - espande il sacco lacrimale e rimuove il liquido.

Se questo muscolo viene distrutto, il blefarospasmo può svilupparsi. Le contrazioni oculari involontarie possono durare da pochi secondi a pochi minuti. Loftalm è anche chiamato "occhio di lepre". A causa della paralisi delle fibre muscolari, la fessura palpebrale non si chiude completamente. Le patologie di cui sopra sono caratterizzate dall'aspetto dei seguenti sintomi: eversione e rilassamento della palpebra inferiore, spasmi a scatti, secchezza, fotofobia, gonfiore, lacrimazione.

I muscoli interni dell'occhio includono:

  • muscolo ciliare;
  • allievo costrittore muscolare;
  • muscolo che espande la pupilla.

Il sistema muscolare regola l'organo visivo per visualizzare gli oggetti. Con il loro aiuto, le palpebre si aprono e si chiudono. Grazie alla visione volumetrica e luminosa, una persona percepisce pienamente il mondo circostante. Il lavoro ben coordinato di questo sistema è possibile grazie a due fattori:

  • corretta struttura muscolare;
  • innervazione normale.

patologie

Eccezionalmente con il corretto funzionamento del meccanismo oculomotore, l'apparato visivo sarà in grado di realizzare tutte le sue funzioni. Qualsiasi deviazione nel lavoro delle fibre muscolari è irto di funzioni visive compromesse e lo sviluppo di pericolose patologie.

Molto spesso, il meccanismo oculomotore soffre dei seguenti fenomeni:

  • Miastenia. La debolezza delle fibre muscolari non consente loro di muovere adeguatamente i bulbi oculari.
  • Paresi o paralisi. Manifestato sotto forma di lesione strutturale della struttura neuromuscolare.
  • Spasmo. È espresso in eccessiva tensione muscolare.
  • Strabismo - strabismo.
  • Miosite - infiammazione delle fibre muscolari.
  • Anomalie congenite (aplasia, ipoplasia).

Le malattie del sistema muscolare causano la comparsa di tali sintomi spiacevoli:

  • Diplopia - raddoppiando l'immagine.
  • Nistagmo: movimento involontario dei bulbi oculari. In altre parole, l'occhio si contrae.
  • Dolore alle orbite.
  • Perdita di un movimento degli occhi o di un altro.
  • Vertigini.
  • Cambia la posizione della testa.
  • Mal di testa.

miosite

I muscoli esterni del bulbo oculare possono infiammarsi allo stesso tempo. Questa è una malattia rara in cui un organo visivo soffre di solito. Molto spesso, uomini giovani o di mezza età soffrono di miosite. A rischio sono le persone la cui attività professionale comporta una lunga permanenza in posizione seduta.

La miosite può svilupparsi a causa dei seguenti motivi:

  • malattie infettive;
  • invasioni elmintiche;
  • intossicazione del corpo;
  • postura scorretta mentre sul posto di lavoro;
  • carichi visivi di lunga durata;
  • traumi;
  • ipotermia;
  • stress mentale.

Il dolore acuto e l'intensa debolezza muscolare accompagnano la malattia. L'aumento del dolore si verifica durante la notte e quando le condizioni meteorologiche cambiano. Possono anche apparire leggeri gonfiori e arrossamenti della pelle. I pazienti si lamentano di lacrimazione e fotofobia.

Più fibre muscolari sono coinvolte nel processo patologico, più forti sono i muscoli addensati. Questo si manifesta sotto forma di esoftalmo o sporgenza del bulbo oculare. Nella miosite, l'organo visivo è doloroso e limitato nella mobilità. Il trattamento della malattia comprende tutta una serie di misure terapeutiche, tra cui la terapia fisica, l'educazione fisica, il massaggio, la dieta e l'uso di droghe.

miastenia

La base dello sviluppo della miastenia è l'esaurimento neuromuscolare. La patologia colpisce più spesso i giovani di età compresa tra i venti ei quaranta. La debolezza muscolare degli organi ottici è una malattia autoimmune. Ciò significa che il sistema immunitario inizia a produrre anticorpi contro i suoi stessi tessuti.

La miastenia è caratterizzata da un decorso ricorrente o progressivo. La forma dell'occhio si manifesta con la debolezza delle palpebre e dei muscoli.

Le cause esatte della malattia sono ancora sconosciute. Gli scienziati suggeriscono che il ruolo principale nell'insorgenza della miastenia grave è di fattori ereditari. Quando raccolgono la storia del paziente, spesso risulta che uno dei parenti di sangue ha sofferto dello stesso disturbo.

Tra i sintomi della patologia in primo piano tale:

  • visione doppia;
  • visione sfocata degli oggetti;
  • alterata funzione motoria e rotatoria dei muscoli oculari;
  • omissione delle palpebre.

Per alleviare il disagio, si consiglia ai pazienti di indossare occhiali scuri in piena luce. Un nastro adesivo speciale può essere utilizzato per tenere i coperchi. Per prevenire diplopia (visione doppia), una benda viene applicata a un organo visivo. È indossata alternativamente su uno e l'altro occhio.

Spasmo di alloggio

Normalmente, gli organi di visione si adattano e mostrano chiaramente immagini a distanza ravvicinata e lunga. La messa a fuoco dell'occhio è regolata dal muscolo ciliare. In caso di violazioni nel suo lavoro, si forma uno spasmo di accomodamento - una patologia in cui una persona non può vedere chiaramente gli oggetti a distanze diverse.

La malattia è anche chiamata falso miopia o sindrome dell'occhio stanco. Per la visualizzazione delle immagini in lontananza, l'obiettivo si rilassa e per una visione chiara degli oggetti vicini, le tensioni. In caso di spasmo di alloggio, il rilassamento della lente non si verifica, motivo per cui la qualità della visione è lontana.

La causa principale dello sviluppo della patologia è il sovraccarico visivo. L'affaticamento si sviluppa per una serie di motivi:

  • lettura regolare di libri in condizioni di scarsa illuminazione;
  • nessuna interruzione quando si lavora con piccoli dettagli o al computer;
  • lavoro continuo, che implica la massima concentrazione della vista;
  • mancanza di sonno

La manifestazione di alloggio si manifesta sotto forma di miopia, dolore periodico agli occhi e aumento della fatica. I pazienti lamentano sensazione di bruciore, crampi, arrossamento, vertigini e sensazione di secchezza. Man mano che la patologia progredisce, gli occhi cominciano a stancarsi anche in assenza di un complesso lavoro visivo. Gradualmente ridotta acuità visiva.

Il trattamento dello spasmo da alloggio comporta misure complesse. Oltre alla terapia conservativa, vengono utilizzate tecniche hardware e ginnastica. I medici prescrivono colliri per rilassare il muscolo ciliare: Midriacil, Cyclomide, Atropine. Per espandere la pupilla, stimolare la circolazione del fluido intraoculare e rafforzare il muscolo ciliare, vengono prescritte le gocce di Irifrin.

Contemporaneamente a tali preparazioni, vengono prescritti complessi vitaminici e preparati per idratare la mucosa dell'occhio. Alleviare lo spasmo contribuisce al massaggio del collo.

Strabismo (strabismo)

Questo è un deficit visivo in cui uno o entrambi gli occhi si discostano dal punto di fissazione. Lo strabismo si trova in bambini e adulti.

Lo strabismo non è un difetto estetico. La base della patologia è la violazione della visione binoculare. Ciò significa che una persona non può determinare correttamente la posizione di un oggetto nello spazio. La malattia influisce negativamente sulla qualità della vita.

Normalmente, un'immagine degli oggetti è fissata nella parte centrale degli organi visivi. Successivamente, l'immagine di ciascun occhio viene trasmessa al cervello. Lì, questi dati sono combinati, il che fornisce una visione binoculare completa.

Quando lo strabismo, il cervello non può collegare le informazioni che riceve dagli occhi destro e sinistro. Per proteggere una persona dalla scissione, il sistema nervoso ignora semplicemente il segnale dall'organo visivo danneggiato. Ciò causa una diminuzione dell'attività funzionale dell'occhio strabico.

Per provocare lo sviluppo della patologia possono questi motivi:

  • fantasma della cornea;
  • annebbiamento della lente;
  • cambiamenti degenerativi nella macula;
  • ferite alla testa;
  • forte spavento;
  • affaticamento visivo;
  • malattie del cervello;
  • processi infettivi di organi ENT;
  • distacco della retina.

L'occhio incrociato provoca limitazioni nella mobilità del bulbo oculare. Il paziente non è in grado di vedere l'immagine tridimensionale. Gli oggetti sono doppi negli occhi. I pazienti si lamentano di vertigini. C'è una caratteristica inclinazione della testa nella direzione dell'organo danneggiato e lo strabismo.

Puoi correggere la tua vista con l'aiuto di occhiali o lenti a contatto appositamente selezionati. I dispositivi prismatici possono alleviare la tensione muscolare e ripristinare la qualità della visione.

Il trattamento ortopedico prevede l'imposizione di una benda speciale su un occhio sano. Questa sarà una buona stimolazione dell'organo visivo danneggiato. Nei casi più gravi, è indicata la chirurgia.

Esercizi per rafforzare

Perché gli occhi fanno male? Le cause del dolore possono essere associate allo sviluppo di malattie oftalmiche o problemi con il sistema muscolare. Il dolore quando si muovono i bulbi oculari indica un sovraccarico dei muscoli ottici. Semplici esercizi per gli occhi contribuiranno a rimuovere lo spasmo.

A prima vista, l'idea stessa può sembrare assurda: allenare le fibre muscolari perché sono già in costante dinamica. Infatti, i muscoli oculari stanno lavorando attivamente durante il giorno, ma tali movimenti sono più spesso dello stesso tipo.

Per prima cosa, parliamo di come rafforzare i muscoli esterni:

  • Prendi una posizione seduta e tieni la schiena dritta. Guarda dal soffitto al pavimento dieci volte. Quindi ripeti il ​​movimento nella direzione opposta.
  • Nella stessa posizione, sposta i bulbi oculari da sinistra a destra e indietro. Ci vorranno dieci approcci di questo tipo.
  • Immagina un quadrante di fronte a te e muovi gli occhi in senso orario. Fai cinque ripetizioni e poi cambia direzione.
  • Alla fine, sbatti intensamente per trenta secondi.

Per allenare i muscoli interni è necessario fare un cerchio nero con un diametro di cinque millimetri in anticipo. Dovrebbe essere incollato alla finestra, all'altezza degli occhi. Stare alla finestra ad una distanza di trenta centimetri. Per prima cosa fissa gli occhi sul cerchio nero e poi guarda qualche oggetto medio fuori dalla finestra.

La condizione principale è che l'immagine deve essere ferma. Può essere un albero, un'auto o qualche tipo di costruzione. Su oggetti vicini e lontani, dovresti tenere gli occhi per quindici secondi. Ci vogliono cinque cicli del genere.

I muscoli oculari deboli possono essere rafforzati con l'aiuto del palming. Primo sfregamento tra i palmi di entrambe le mani fino ad ottenere un piacevole calore. Metti le mani sulle palpebre chiuse e siediti in quella posizione per alcuni minuti. Cerca di rilassarti completamente, senza pensare a nulla. Dopo questa procedura, noterai immediatamente la chiarezza della visione degli oggetti.

I risultati della ginnastica visiva dipendono direttamente dalla correttezza dell'esercizio e dalla regolarità. Se ti alleni due volte al giorno tutti i giorni, in due settimane sentirai un miglioramento della vista.

Prevenzione dell'affaticamento muscolare

Come sappiamo, siamo ciò che mangiamo. La dieta è direttamente correlata all'attività funzionale del sistema visivo. Per i prodotti obbligatori che dovrebbero essere nella dieta di una persona che si preoccupa della sua visione, devono essere le carote. Questo vegetale è una fonte di vitamina A, che migliora l'acuità visiva e la visione crepuscolare. La ricotta contiene vitamina B, che fornisce una normale circolazione sanguigna e processi metabolici nell'apparato visivo.

L'"amico" per gli occhi è mirtilli. Questa bacca contiene vitamine del gruppo B, così come retinolo e acido ascorbico. L'uso costante di mirtilli aiuta a ripristinare i processi metabolici disturbati e le attività di varie strutture dell'occhio.

La medicina alternativa dà anche molti consigli per rilassare il sistema muscolare. Versa mezzo bicchiere di buccia di cetriolo fresco con cento grammi di acqua fresca e aggiungi un po 'di sale. Quindici minuti dopo, la buccia darà il succo. Dovrebbe essere usato sotto forma di compresse.

Puoi dimenticare il dolore muscolare seguendo semplici consigli medici:

  • Non leggere sdraiati. A causa della disposizione innaturale delle fibre muscolari, sono allungate. Ciò causa dolore e deterioramento della funzione visiva.
  • Fornire una buona illuminazione quando si lavora che richiede concentrazione visiva.
  • Se al lavoro gli occhi del computer iniziano a stancarsi rapidamente, utilizzare occhiali speciali.
  • Trattare le malattie oftalmiche in modo tempestivo. Le patologie non trattate influenzano negativamente lo stato del sistema muscolare.

I muscoli oculari svolgono un ruolo enorme nel fornire una visione di alta qualità degli oggetti. Le violazioni nel loro lavoro sono piene di sviluppo di patologie così gravi come lo strabismo, la miosite, lo spasmo della sistemazione, la miastenia. La prevenzione è il miglior trattamento. Gli esperti consigliano di allenare le fibre muscolari. Effettuare regolarmente semplici esercizi aiuterà a rafforzare il sistema muscolare.

Struttura e caratteristiche dell'innervazione dei muscoli oculari

Il movimento del bulbo oculare in diverse direzioni assicura l'ingombro e la qualità della nostra visione. A loro volta, i muscoli oculari sono pienamente responsabili dei movimenti eseguiti dagli occhi. I muscoli oculomotori si trovano intorno al bulbo oculare, ce ne sono sei. Questi includono due muscoli obliqui e quattro oculari diritti, hanno ottenuto il loro nome a causa delle peculiarità della loro posizione nella cavità oculare.

Il lavoro dei muscoli oculari è controllato da tre nervi cranici: abduttore, oculomotore e blocco. Le fibre muscolari del bulbo oculare umano sono dotate di terminazioni nervose, questo garantisce che tutti i movimenti siano eseguiti con la massima chiarezza e precisione.

La particolare struttura dei muscoli oculari e la loro posizione anatomica consentono agli occhi di eseguire vari movimenti. I movimenti unidirezionali includono il movimento del bulbo oculare verso destra, verso l'alto e anche verso sinistra, verso il basso. Il movimento multidirezionale dell'occhio umano è la loro riduzione o diluizione quando si esegue un lavoro che richiede la massima chiarezza della vista. L'essenza di tutti i movimenti è che tutti i muscoli del nostro bulbo oculare lavorano in modo armonioso, il che porta alla stessa immagine visibile che colpisce la regione maculare della retina, garantendo in tal modo una visione chiara e la sensazione di tutta la profondità dello spazio.

La struttura dei muscoli degli occhi - le caratteristiche principali

La struttura dei muscoli oculari fornisce la loro posizione diretta nell'orbita dell'occhio. Due muscoli obliqui hanno preso il loro nome in oftalmologia a causa del fatto che sono sempre attaccati al bulbo oculare con un'angolazione e collocati obliquamente nell'orbita dell'occhio. I muscoli obliqui sono di due tipi: ci sono i muscoli obliqui superiori e inferiori.

Tutti i muscoli del bulbo oculare, oltre all'obliquo inferiore, provengono dal denso anello del tessuto connettivo che circonda l'apertura del canale ottico. Di fronte al loro punto di partenza, 5 muscoli oculari formano una struttura speciale - l'imbuto del muscolo dell'occhio. Dentro l'imbuto muscolare ha un nervo ottico e vasi sanguigni che lo attraversano. Dall'imbuto muscolare, il muscolo obliquo superiore inizia gradualmente a cambiare posizione, deviando verso l'interno e verso l'alto e si sposta sul blocco dell'occhio.

In questo punto il muscolo obliquo superiore entra nel tendine, che viene poi gettato attraverso il cappio del blocco visivo. Successivamente, il tendine è fissato nel quadrante esterno superiore del bulbo oculare in un punto sotto il muscolo superiore dritto, dove cambia la sua direzione anatomica in direzione obliqua. Il muscolo obliquo inferiore si origina dal bordo interno inferiore dell'orbita ossea, quindi va indietro e verso l'esterno, completamente situato sotto il muscolo retto inferiore. Il muscolo obliquo inferiore è fissato nell'orbita dell'occhio nella zona del quadrante inferiore del bulbo oculare.

Avvicinandosi al bulbo oculare stesso, i muscoli oculari sono circondati da una capsula densa, che è indicata con il termine "membrana del tenone". I muscoli dell'occhio si uniscono alla sclera, dal limbus a diverse distanze. Più vicino al limite interno fisso del limbo, il più lontano di tutti - il dritto superiore. I muscoli obliqui, sia superiori che inferiori, sono attaccati al bulbo oculare un po 'posteriormente all'equatore - a metà lunghezza.

L'innervazione dei muscoli del nostro bulbo oculare viene effettuata da diversi nervi. Il nervo oculomotore è responsabile del lavoro dei muscoli obliquo superiore, interno ed inferiore e inferiore obliquo. L'innervazione del muscolo retto esterno è fornita dal nervo oculare. Innervazione della parte superiore obliqua è possibile a causa del blocco nervo dell'occhio. Innervazione dell'occhio ha una caratteristica distintiva - un ramo del nervo motorio è responsabile per il lavoro del numero minimo di fibre muscolari. Ciò consente di ottenere la massima chiarezza e precisione con i movimenti eseguiti dagli occhi.

Tutti i movimenti del bulbo oculare dipendono sempre direttamente da come i muscoli oculari sono fissati nell'orbita dell'occhio trasversalmente o longitudinalmente.

Quei posti in cui sono collegati i muscoli oculomotori diretti esterni ed interni, coincidono nell'orbita dell'occhio con il piano orizzontale dell'intero bulbo oculare. Una tale struttura offre la possibilità di fare i movimenti orizzontali dell'occhio. I muscoli longitudinali del retto interno situati sul lato, con una contrazione, assicurano la rotazione degli occhi al naso. Il retto longitudinale interno del bulbo oculare fornisce una svolta al tempio.

I muscoli superiori e inferiori trasversali si adattano agli occhi sopra e sotto. Se i muscoli trasversali sono indeboliti e i muscoli longitudinali sono forti, allora l'occhio sarà tirato in avanti. Se, al contrario, i longitudinali sono deboli e quelli trasversali sono forti, allora l'occhio si appiattirà su un piano verticale. L'acutezza della visione vicino offre una riduzione dei muscoli oculomotori trasversali. Se hai bisogno di guardare in lontananza, i muscoli longitudinali funzioneranno.

Le funzioni dei muscoli degli occhi inferiori e superiori sono principalmente per assicurare il movimento verticale dei movimenti oculari. Ma poiché la linea di fissaggio dei muscoli è alquanto obliqua rispetto alla linea del limbo dell'occhio, quasi simultaneamente al movimento verticale dell'occhio si sposta verso l'interno.

La contrazione dei muscoli obliqui fornisce movimenti più complessi. Ciò è possibile a causa delle peculiarità del loro attaccamento alla sclera e alla particolare posizione nell'orbita dell'occhio. Abbassa l'occhio e gira anche il muscolo obliquo superiore esterno. Solleva e guida verso l'esterno - l'occhio del muscolo obliquo inferiore.

Inoltre, i muscoli del retto inferiore e superiore dell'occhio negli umani e i muscoli obliqui degli occhi forniscono piccoli giri del bulbo oculare, cioè in senso orario e, di conseguenza, contro di esso. Una buona innervazione nervosa e un lavoro ben coordinato eseguito dai muscoli del bulbo oculare, consentono di eseguire movimenti complessi, unilaterali e diretti in direzioni diverse. Questo garantisce la binocularità, cioè il volume della visione e migliora la sua qualità.

Muscolo extra

Anche i muscoli che circondano la fessura palpebrale partecipano al lavoro del bulbo oculare. Il più importante di questo gruppo di muscoli umani è il muscolo circolare dell'occhio.

Il muscolo circolare dell'occhio ha una struttura speciale, rappresentata da tre parti, che includono l'orbitale, la lacrimazione e la secolare. La contrazione dei muscoli orbitali provoca la levigatura delle pieghe trasversali nella fronte, abbassando le sopracciglia e restringendo la fessura palpebrale. La contrazione della parte vecchia del muscolo fa sì che la fessura oculare sia completamente chiusa. La contrazione della parte lacrimale porta all'espansione del sacco lacrimale.

Insieme, tutte e tre le parti del muscolo circolare si trovano in un'ellisse del bulbo oculare. Inizia tutte le parti di questo muscolo sono prese nella zona dell'angolo mediale dell'occhio sulle ossa. L'innervazione del muscolo circolare viene effettuata da un ramo del nervo facciale.

I muscoli degli occhi sono muscoli lisci, che a loro volta sono suddivisi in unitario (viscerale) e multiunitario. I muscoli ciliari (ciliari) e iris appartengono ai muscoli degli occhi multiunitari. Il muscolo ciliare si trova intorno alla lente dell'occhio umano, la sua struttura fornisce alloggio. Quando si rilassa, il muscolo ciliare dell'occhio è in grado di trasmettere immagini di oggetti distanti alla retina. Con una riduzione, il muscolo ciliare porta ad un aumento della convessità della lente e gli oggetti vicini all'occhio sono chiaramente visibili.

Metodi per la diagnosi di disturbi nei muscoli oculari

Ophthalmology utilizza vari test e esami strumentali per rilevare i danni ai muscoli oculari.

  • La mobilità oculare è valutata dall'osservazione oculare di un oggetto in movimento.
  • Strabometria consente di identificare il grado di deviazione del bulbo oculare, che di solito accade con lo strabismo.
  • Lo strabismo latente (eteroforia) viene determinato utilizzando un test che copre alternativamente ciascun occhio.
  • La diagnosi ecografica consente di determinare i cambiamenti nei muscoli oculari, situati vicino al bulbo oculare.
  • La tomografia computerizzata o la risonanza magnetica possono essere utilizzate per rilevare i cambiamenti nei nervi oculomotori.

Muscoli oculari: anatomia e possibili disturbi nel loro funzionamento.

Il sistema visivo umano è uno dei più complessi tra tutti i meccanismi biologici del mondo. Strutturalmente, è una combinazione degli elementi delle strutture più eterogenee del corpo, che, lavorando contemporaneamente, realizzano la funzione visiva.

Un ruolo importante nella realizzazione di quest'ultimo è giocato dal sistema oculomotore, rappresentato dalle fibre muscolari e dai nervi che li controllano. Nel materiale di oggi parleremo più dettagliatamente dei muscoli dell'occhio, avendo considerato la loro anatomia e possibili patologie. È interessante Quindi assicurati di leggere il materiale qui sotto fino alla fine.

Anatomia dei muscoli oculari e loro funzioni

Come notato sopra, il sistema visivo umano è un sistema piuttosto complesso.

I suoi componenti non fanno eccezione e sono anche estremamente difficili. Forse, oggi l'apparato visivo dell'occhio è relativamente semplice. Ma prima le cose vanno prima.

La considerazione dell'anatomia dei muscoli del sistema oculare dovrebbe iniziare dal fatto che sono combinati in un complesso meccanismo sensomotorio. Quest'ultimo, per sua natura, implementa immediatamente due funzioni visive principali:

  • Innanzitutto, fornisce il movimento dei bulbi oculari dietro il soggetto dello sguardo.
  • In secondo luogo, l'immagine risultante per ciascun occhio è combinata in un'unica immagine.

Un simile scopo funzionale determina la caratteristica principale dell'apparato oculomotore, che si esprime nella stretta connessione dei muscoli (componenti motori) e delle fibre nervose (elementi sensoriali).

Lavorando insieme, questi nodi del meccanismo muscolare consentono a una persona di vedere in modo coerente e qualitativo. Strutturalmente, i muscoli degli occhi possono essere di due tipi:

  1. Linee rette che muovono i bulbi oculari su un asse rettilineo e sono attaccati a loro solo su un lato.
  2. Inclinato, spostandoli in modo più flessibile e avendo un doppio attacco con quelli.

Che il primo, che i secondi muscoli dell'apparato oculomotore operino sotto il controllo dei nervi, i principali dei quali sono considerati oculomotori, abduttori e blocchi.

Tutte le terminazioni nervose sono responsabili dell'implementazione di compiti e funzioni specifici, ma invariabilmente si spostano sulla corteccia cerebrale, dalla quale sono controllate.

I muscoli oftalmici, a causa dell'eterogeneità, possono organizzare congiuntamente il movimento degli occhi in varianti sincronizzate e asincrone. In ogni caso, i muscoli oculari sono divisi in primario e secondario.

La principale differenza tra i tipi di fibra è che i primi organizzano il movimento dei bulbi oculari lungo gli assi principali, mentre altri completano la variabilità delle loro funzioni (ad esempio, sono responsabili dello strappo).

Esame del sistema oculomotore

L'anatomia dei muscoli oculari è molto più complicata di quanto discusso sopra. Nel primo paragrafo dell'articolo di oggi, la nostra risorsa ha attirato l'attenzione solo sulla base del problema riassunto, dal momento che il suo studio approfondito nell'ambito del materiale dell'articolo è quasi impossibile.

In ogni caso, ci saranno sufficienti informazioni marcate per comprendere l'intera essenza del sistema oculomotore umano, quindi inizieremo a considerare i metodi del suo esame per le patologie.

In primo luogo, va notato un aspetto importante: per diagnosticare il corretto funzionamento dei muscoli oculari, vengono utilizzati molti metodi nel campo dell'oftalmologia. I test principali e le misure strumentali sono:

  • Esame del bulbo oculare.
  • Valutazione del processo di tracciamento dell'occhio per il movimento di un determinato oggetto sia insieme da due mele, sia separatamente.
  • Esame oculistico ad ultrasuoni (ecografia).
  • Tomografia computerizzata (CT).
  • Risonanza magnetica (MRI).

Per ottenere le informazioni più accurate e di alta qualità sul corretto funzionamento del meccanismo oculomotore, le note procedure diagnostiche vengono eseguite in un singolo complesso.

Alcuni di essi (ispezione, test per il tracciamento) sono necessari per ottenere dati di base sullo stato dei muscoli oculari e per identificare i primi segni delle loro patologie. Se ci sono sospetti sfavorevoli, è necessario un esame più globale, quindi ricorrono all'ecografia, alla TC e alla risonanza magnetica.

A proposito, questi metodi diagnostici ci permettono di identificare la condizione patologica non solo delle fibre muscolari stesse, ma anche dei nervi che le controllano.

L'esame dell'apparato oculomotore viene effettuato esclusivamente da un medico professionista, in particolare un oculista.

Per una diagnosi veramente di alta qualità, rapida ed efficace, è auspicabile essere esaminati in centri specializzati specializzati in oftalmologia. Non dimenticare che solo in tali istituzioni mediche ci sono le attrezzature e gli specialisti necessari con le qualifiche richieste.

Possibili patologie degli organi della vista

Probabilmente, non è necessario parlare dell'importanza di uno stato completamente sano del sistema muscolare degli occhi.

Tutti capiscono che solo con il corretto funzionamento del meccanismo oculomotore, il sistema visivo umano è in grado di realizzare le sue funzioni.

Qualsiasi deviazione nel lavoro delle fibre muscolari o dei nervi si manifesta nella menomazione visiva e nello sviluppo di patologie appropriate. Molto spesso l'apparato dei muscoli oculari soffre di:

  • Miastenia - la debolezza delle fibre muscolari, che non consente a chi muove adeguatamente i bulbi oculari.
  • Paralisi muscolare o paresi, espressa nel danno strutturale della struttura muscolo-nervosa e l'incapacità delle fibre muscolari di svolgere le loro funzioni.
  • Spasmo muscolare, accompagnato da eccessiva tensione dei muscoli degli occhi e problemi correlati (ad esempio, infiammazione).
  • Anomalie congenite del sistema oculomotorio (aplasia, ipoplasia, ecc.) - patologie che si manifestano nei disturbi dei muscoli degli occhi o dei loro nervi fin dalla nascita di una persona e che sono difetti anatomici.

La sintomatologia della lesione della struttura muscolo-nervosa del sistema occhio umano ha una formazione tipica con diverse lesioni. Di norma, il numero di segni di patologia include:

  1. Diplopia è una violazione della visione binoculare (raddoppiando l'immagine della realtà circostante, ottenuta attraverso gli occhi).
  2. Nistagmo: movimento involontario degli occhi, che viola naturalmente la possibilità di focalizzare lo sguardo su un'area specifica.
  3. Dolore alle orbite o alla testa, che è il risultato di un costante spasmo muscolare o di un lavoro improprio dei loro nervi.

Se vi sono sintomi marcati, un complesso di misure di rilievo descritte nel paragrafo precedente dell'articolo è necessariamente assegnato al paziente. Seguendo i risultati di tutti i tipi di diagnostica, il trattamento è organizzato, che può essere sia prudente che operativo.

Si noti che nel caso della lesione dei muscoli dell'apparato oculare, la chirurgia diretta è più spesso utilizzata, poiché altri metodi di terapia non sono solitamente molto efficaci o completamente privi di significato.

La gravità della malattia e i suoi metodi di trattamento sono determinati esclusivamente da un oculista professionista, che non deve essere dimenticato.

La prognosi per il trattamento di 2/3 delle patologie del meccanismo muscolare degli occhi è favorevole. Tuttavia, è importante capire che anche con una simile prognosi ci sono dei rischi che non restituiscono completamente la visione. Se parliamo di anomalie congenite dell'apparato, la situazione è ancora più complicata.

Con queste patologie, molto spesso non si può fare nulla. Sfortunatamente, l'oftalmologia non ha ancora studiato a fondo tutti gli aspetti del trattamento delle malattie oculari di questo tipo.

Su questa nota, la narrativa sull'argomento dell'articolo di oggi finirà. Speriamo che il materiale presentato sia stato utile per te e abbia dato risposte alle tue domande. Come potete vedere, la struttura anatomica dei muscoli oculari e le loro patologie non sono così difficili da considerare. Salute a te!

Anatomia dei muscoli degli occhi - il tema del video:

Notato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio per dircelo.

Muscoli oculari - struttura e funzione

I muscoli degli occhi sono composti da fibre muscolari striate. Il loro ruolo è quello di coordinare il movimento del globo oculare per fornire una visione più chiara e chiara del mondo circostante.
Ci sono molti muscoli oculari:

  • Obliquo superiore;
  • Dritto superiore;
  • Inferiore obliquo;
  • In basso
  • Dritto laterale;
  • Mediale dritto.

Secondo il nome di ciascuno dei muscoli, è facile capire in quale area si trova. Affinché le fibre muscolari funzionino di concerto, sono innervate dalle strutture centrali del cervello. Tre nervi cranici sono utilizzati per la sua attuazione:

La struttura dei muscoli degli occhi

Cinque dei sei muscoli oculomotori (eccetto l'obliquo inferiore) provengono dall'anello fibroso, che ha una consistenza densa e si trova intorno al nervo ottico. In primo luogo, i muscoli assumono la forma di un imbuto, la cui parte larga è diretta verso il bulbo oculare.

Quindi i muscoli retti continuano il loro movimento, mentre gli obliqui cambiano direzione e attraversano uno speciale blocco osseo.

All'esterno, i fasci di fibre muscolari sono ricoperti da una membrana a tenone, che consiste in tessuto connettivo. Questo guscio penetra parzialmente nella sclera, che contribuisce al movimento dell'occhio in diverse direzioni.

Il ruolo fisiologico dei muscoli degli occhi

La funzione principale del sistema muscolare dell'occhio è quella motoria, che ti permette di sintonizzarti su un oggetto. In modo che i raggi si focalizzassero chiaramente sulla retina e le informazioni sull'immagine tridimensionale venissero trasmesse al cervello, le fibre muscolari si contraevano in modo sincrono, aiutando a ottenere informazioni sul mondo esterno.
Affinché il sistema muscolare funzioni normalmente, devono essere soddisfatte due condizioni:

  • Le fibre muscolari dovrebbero avere una struttura normale;
  • Anche le fibre nervose che si adattano ai muscoli dovrebbero funzionare normalmente.

Dopo la trasmissione dell'impulso nervoso dalle parti centrali del cervello, si diffonde attraverso le fibre corrispondenti e porta alla contrazione dei muscoli necessari e al rilassamento degli altri. Il risultato è il movimento richiesto del bulbo oculare.

Video sulla struttura dei muscoli degli occhi

Sintomi di danni ai muscoli oculari

Con il danno patologico del sistema muscolare dell'occhio, si verificano le seguenti manifestazioni:

  • Diplopia, che è associata a una violazione della visione binoculare;
  • Nistagmo (movimento involontario del bulbo oculare), con conseguente compromissione della capacità di fissare lo sguardo in un punto;
  • Dolore nella zona orbitale, nella testa, la cui causa è uno spasmo muscolare costante.

Metodi diagnostici per lesioni dei muscoli oculari

Se si sospetta una lesione dell'apparato muscolare dell'occhio, è necessario eseguire le seguenti procedure diagnostiche:

  1. Lo studio dell'attività motoria dell'occhio con l'aiuto di tracciare un oggetto in movimento.
  2. Strabometria, che aiuta a stabilire il grado di strabismo misurando il grado di deviazione dall'asse centrale.
  3. Affinamento del tipo di strabismo, quando uno degli occhi è chiuso alternativamente.
  4. Esame ad ultrasuoni di muscoli e altre strutture circostanti.
  5. TAC, che è più informativo rispetto agli ultrasuoni.
  6. Elettroneuromiografia.

Infine, vale la pena ricordare ancora una volta che le fibre muscolari lavorano di concerto grazie alla buona innervazione, che viene effettuata da tre fonti (nervi cranici). Come risultato di questo lavoro dei muscoli oculari e di altre strutture dell'occhio, vi è una chiara messa a fuoco dei raggi nella regione della macula della retina. Questa condizione deve essere soddisfatta per ottenere un'immagine chiara e tridimensionale dell'oggetto. Quando si formano anomalie nel lavoro dell'apparato muscolare, si verificano disturbi della funzione visiva, per determinare l'entità e la natura di cui è necessario eseguire una ricerca diagnostica utilizzando attrezzature speciali.

Malattie del sistema muscolare dell'occhio

L'apparato muscolare del bulbo oculare è più spesso sottoposto alle seguenti patologie:

  • Miastenia grave (debolezza del sistema muscolare);
  • Paralisi muscolare, associata a lesione organica delle strutture del sistema nervoso centrale (cisti, tumori, ascessi, ictus).
  • Spasmo muscolare, che è accompagnato da costante tensione muscolare a seguito di processi infiammatori;
  • Anomalie congenite del sistema muscolare (aplasia, ipoplasia).

Occhi muscolari

Quali sono i muscoli degli occhi e le loro funzioni?

I muscoli dell'occhio eseguono movimenti coerenti dei bulbi oculari, fornendo una visione di alta qualità e tridimensionale.

Ci sono solo sei muscoli oculomotori nell'occhio, di cui quattro sono diritti e due obliqui, dato questo nome a causa delle caratteristiche del movimento del muscolo nella cavità oculare e del suo attaccamento al bulbo oculare. Il lavoro muscolare è controllato da tre nervi cranici: l'oculomotore, l'abduttore e il blocco. Ogni fibra muscolare di questo gruppo muscolare è riccamente dotata di terminazioni nervose, grazie alle quali viene fornita una particolare chiarezza e precisione nei movimenti.

Grazie ai muscoli oculomotori, ci sono numerose opzioni per il movimento dei bulbi oculari come unidirezionale: su, destra, e così via; e multidirezionale, ad esempio, riducendo gli occhi quando si lavora a distanza ravvicinata. L'essenza di tali movimenti è che a causa del lavoro coordinato dei muscoli, la stessa immagine degli oggetti ricade sulle stesse aree della retina - l'area maculare, garantendo una buona visione e un senso della profondità dello spazio.

Caratteristiche della struttura dei muscoli dell'occhio

Ci sono 6 muscoli oculomotori, 4 dei quali sono dritti, che corrono in avanti: interno, esterno, superiore e inferiore. I rimanenti 2 sono chiamati obliqui, poiché hanno una direzione obliqua di movimento e attaccamento al bulbo oculare - i muscoli obliquo superiore e inferiore.

Tutti i muscoli, ad eccezione dell'obliquo inferiore, iniziano dal denso anello del tessuto connettivo che circonda l'apertura esterna del canale ottico. Anteriormente alla sua origine, 5 muscoli formano un imbuto muscolare, all'interno del quale passano il nervo ottico, i vasi sanguigni e i nervi. Inoltre, il muscolo obliquo superiore devia gradualmente verso l'alto e verso l'interno, seguendo il cosiddetto blocco. A questo punto, il muscolo passa nel tendine, che viene lanciato attraverso il cappio del blocco e cambia direzione in direzione obliqua, attaccandosi nel quadrante esterno superiore del bulbo oculare sotto il muscolo dritto superiore. Il muscolo obliquo inferiore inizia dal bordo interno inferiore dell'orbita, va verso l'esterno e all'indietro sotto il muscolo dritto inferiore ed è attaccato nel quadrante inferiore del bulbo oculare.

Avvicinandosi al bulbo oculare, i muscoli sono circondati da una capsula densa - la guaina tenone e sono attaccati alla sclera a diverse distanze dal limbus. Il più vicino di tutti i muscoli diretti è attaccato all'arto interno, e quindi - il dritto superiore, i muscoli obliqui sono attaccati al bulbo oculare un po 'all'indietro dall'equatore, cioè al centro della lunghezza del bulbo oculare.

Il lavoro dei muscoli è regolato, per la maggior parte, dal nervo oculomotore: i muscoli obliqui superiori, interni, inferiori ed inferiori obliqui, ad eccezione del retto esterno, il cui lavoro è fornito dal nervo abducente e dal nervo obliquo superiore. La particolarità della regolazione nervosa è che un ramo del nervo motorio controlla il lavoro di una quantità molto piccola di fibre muscolari, ottenendo così la massima precisione durante il movimento degli occhi.

I movimenti del bulbo oculare dipendono dalle caratteristiche dell'attaccamento dei muscoli. L'attaccamento dei muscoli del retto interno ed esterno coincide con il piano orizzontale del bulbo oculare, grazie al quale sono possibili movimenti oculari orizzontali: girando verso il naso riducendo la retta interna e la tempia riducendo il muscolo retto esterno.

I muscoli del retto superiore e inferiore forniscono principalmente i movimenti degli occhi in verticale, ma poiché la linea di attaccamento dei muscoli è in qualche modo obliqua rispetto alla linea degli arti, quindi contemporaneamente al movimento lungo la verticale, l'occhio si sposta verso l'interno.

I muscoli obliqui durante la contrazione causano azioni più complesse, questo è dovuto alle peculiarità della posizione dei muscoli e al loro attaccamento alla sclera. Il muscolo obliquo superiore abbassa l'occhio e gira verso l'esterno, e l'obliquo inferiore si alza e si ritrae anche verso l'esterno.

Inoltre, i muscoli superiore ed inferiore dritto e obliquo forniscono piccoli giri del bulbo oculare in senso orario e contro di esso. A causa della buona regolazione nervosa e del lavoro armonioso dei muscoli del bulbo oculare, sono possibili movimenti complessi, sia unilaterali che diretti in direzioni diverse, a causa dei quali viene aumentato il volume della visione o della binocularità e, inoltre, la qualità della visione.

Muscoli degli occhi

Dizionario enciclopedico di psicologia e pedagogia. 2013.

Guarda cosa sono i "muscoli degli occhi" in altri dizionari:

MUSCOLO DEGLI OCCHI - Un termine che copre due categorie di muscoli. I muscoli esterni o extraoculari sono una serie di sei muscoli collegati alla membrana esterna densa del bulbo oculare (sclera) che controlla i movimenti degli occhi. Muscoli interni - i muscoli dell'iride e...... Dizionario esplicativo di psicologia

MUSCOLO OCCHI ESTERNI - Guarda i muscoli degli occhi... Dizionario esplicativo di psicologia

MUSCOLO DELL'OCCHIO INTERNO - Guarda i muscoli degli occhi... Dizionario esplicativo di psicologia

MUSCOLO CULTURALE ESTERO - Guarda i muscoli degli occhi... Dizionario esplicativo di psicologia

Muscoli mimici - Nel processo di riduzione dei muscoli facciali, alcune aree della pelle vengono spostate e le espressioni facciali cambiano. I muscoli del viso riducono o aumentano anche le aperture naturali del viso: bocca, occhi, narici. Ogni muscolo o gruppo muscolare esegue...... Atlas of Human Anatomy

ANATOMIA COMPARATIVO - detta anche morfologia comparativa, è lo studio dei modelli nella struttura e nello sviluppo degli organi confrontando diversi tipi di esseri viventi. I dati anatomici comparativi rappresentano la base tradizionale della classificazione biologica. Sotto la morfologia... enciclopedia di Collier

The EYE è un organo di visione che percepisce la luce. L'occhio umano ha una forma sferica, il suo diametro è di ca. 25 mm. Il muro di questa sfera (occhio) è costituito da tre gusci principali: l'esterno, rappresentato dalla sclera e dalla cornea; mezzo, tratto vascolare,...... Enciclopedia Collier

Movimenti oculari - Gli occhi sono quasi sempre in movimento. Sembra alla persona stessa che il mondo intorno a lui sia relativamente immobile e che i suoi occhi si muovano arbitrariamente, ma non è così. Anche quando stiamo cercando di fissare il nostro sguardo su un oggetto o un'immagine con la loro attenta...... Enciclopedia psicologica

L'ORIENTE - (orbita) ha la forma di una piramide a quattro lati con bordi arrotondati, la base dello sciame è rivolta in avanti e la parte superiore è posteriore e verso l'interno. Gli assi di entrambi i G. si intersecano l'un l'altro nel campo della sellae turcicae con un angolo acuto, singolarmente diverso. Top... Grande Enciclopedia Medica

SISTEMA NERVOSO VEGETALE - (da Lat. Vegeto eccita, fa rivivere), parte del sistema nervoso di animali vertebrati e umani, regolando l'attività degli organi interni e dei sistemi circolatori, respirazione, digestione, escrezione, riproduzione, ecc., Metabolismo e... Dizionario enciclopedico

Muscoli oculomotori

L'apparato oculomotore è un meccanismo sensomotorio complesso, il cui significato fisiologico è determinato dalle sue due funzioni principali: motoria (motoria) e sensoriale (sensoriale).

La funzione motoria dell'apparato oculomotore fornisce una guida per entrambi gli occhi, i loro assi visivi e la fossa centrale della retina all'oggetto della fissazione, sensoriale - la fusione di due immagini monoculari (destra e sinistra) in un'unica immagine visiva.

L'innervazione dei muscoli oculomotori da parte dei nervi cranici determina la stretta connessione tra patologia neurologica e oculare, a seguito della quale è necessario un approccio integrato alla diagnosi.

A causa della divergenza delle orbite, lo stimolo costante all'adduzione (per garantire l'ortoforia) spiega il fatto che il muscolo retto mediale è il più potente dei muscoli oculomotori diretti. La scomparsa dello stimolo alla convergenza sull'inizio dell'amourosi porta a una notevole deviazione del cieco verso la tempia.

Tutti i muscoli del retto e l'obliquo superiore iniziano nella profondità dell'orbita sull'anello tendineo comune (anulus tendineus communis), fissato all'osso sfenoide e al periostio attorno al canale ottico e parzialmente ai bordi della fessura orbitale superiore. Questo anello circonda il nervo ottico e l'arteria oftalmica. Dall'anello del tendine comune inizia anche il muscolo, sollevando la palpebra superiore (M. levator palpebrae superioris). Si trova nell'orbita sopra il muscolo dritto superiore del bulbo oculare e termina nello spessore della palpebra superiore. I muscoli rettilinei sono diretti lungo le corrispondenti pareti dell'orbita, sui lati del nervo ottico, formando un imbuto muscolare, perforando la vagina del bulbo oculare (bulbi della vagina) e intrecciando con i tendini brevi nella sclera di fronte all'equatore, a 5-8 mm di distanza dal bordo della cornea. I muscoli diritti ruotano il bulbo oculare attorno a due assi reciprocamente perpendicolari: verticale e orizzontale (trasversale).

I movimenti del bulbo oculare sono eseguiti utilizzando sei muscoli oculomotori: quattro diretti - esterni ed interni (estro rettale (m.rectus internum), superiore e inferiore (m.rectus superiore, m.rectus inferiore) e due obliqui - superiore e inferiore ( m.obliguus superiore, m.obliguus inferiore).

Il muscolo obliquo superiore dell'occhio proviene dall'anello tendineo tra i muscoli del retto superiore e quelli interni e va anteriormente al blocco della cartilagine, situato nell'angolo superiore interno dell'orbita sul bordo. Al blocco, il muscolo si trasforma in un tendine e, passando attraverso il blocco, gira all'indietro e verso l'esterno. Situato sotto il muscolo dritto superiore, è attaccato alla sclera verso l'esterno dal meridiano verticale dell'occhio. Due terzi dell'intera lunghezza del muscolo obliquo superiore si trovano tra la parte superiore dell'orbita e il blocco e un terzo tra il blocco e il punto di attacco al bulbo oculare. Questa parte del muscolo obliquo superiore determina la direzione del movimento del bulbo oculare durante la sua contrazione.

In contrasto con i cinque muscoli menzionati, il muscolo obliquo inferiore dell'occhio inizia al bordo orbitale interno inferiore (nella zona di ingresso del canale lacrimale-nasale), va posteriormente verso l'esterno tra la parete dell'orbita e il muscolo dritto inferiore nella direzione del muscolo retto esterno ed è attaccato sotto la sclera nella zona posteriore bulbo oculare, a livello del meridiano orizzontale dell'occhio.

Dalla membrana fasciale dei muscoli oculari e dalla capsula tenone ci sono numerosi pesi alle pareti dell'orbita.

L'apparato muscolo-muscolare fornisce una posizione fissa del bulbo oculare, dandogli un movimento fluido.

Alcuni elementi dell'anatomia dei muscoli esterni dell'occhio

I muscoli del bulbo oculare e la loro funzione oculomotoria

L'occhio è un organo sensoriale importante che ci dà l'opportunità di vedere e gioire nei colori del mondo che ci circonda, quindi quando si verificano malattie degli occhi, provoca gravi problemi nella nostra vita.Le funzioni dei muscoli del bulbo oculare sono di girare entrambi gli occhi insieme, assicurando il loro lavoro armonioso, in modo che l'immagine sia proiettata sulle stesse aree della retina (zona della macula) di entrambi gli organi di visione, fornendo una buona visione e un senso di tridimensionalità dell'immagine.

L'occhio e i suoi organi motori

Consiste delle seguenti parti principali:

  • un bulbo oculare che riceve la luce riflessa dagli oggetti visibili e la converte in informazioni per il cervello;
  • il nervo ottico che trasmette informazioni sull'immagine al cervello;
  • muscoli dell'occhio che ruotano il bulbo oculare nella direzione della visione.

I muscoli oculari sono organi degli occhi responsabili della capacità del bulbo oculare di girare nella direzione dell'oggetto in questione. Si trovano nell'orbita e sono attaccati alla sclera (guscio esterno del bulbo oculare).

Ricevendo segnali dal cervello lungo tre nervi oculomotori, i muscoli oculari si contraggono, assicurando la sua rotazione nella giusta direzione.

Ci sono sei muscoli oculomotori:

I muscoli diritti sono chiamati perché muovono il bulbo oculare in una direzione diritta su e giù, a sinistra ea destra. Obliquo assicurano la rotazione della mela attorno al proprio asse. Insieme consentono al nostro organo di visione di eseguire movimenti rotatori complessi.

A loro volta, i muscoli diretti dell'occhio sono divisi in:

Gli skew si dividono in:

Caratteristiche della struttura degli organi oculari del movimento

Tutti i muscoli oculomotori (ad eccezione dell'obliquo inferiore) sono attaccati all'anello connettivo della cartilagine nella parte superiore del canale ottico nelle profondità della parte inferiore dell'occhio, formando una speciale struttura - l'imbuto muscolare, all'interno del quale il nervo ottico e i vasi sanguigni alimentano il bulbo oculare.

Partendo dall'imbuto, si avvicinano agli occhi della sclera e si attaccano ad esso. L'obliquo superiore entra nel tendine, che viene lanciato attraverso il cappio del blocco oculare ed è attaccato al bulbo oculare sotto la linea inferiore. La connessione dei muscoli del bulbo oculare con il sistema nervoso centrale viene effettuata con l'aiuto di diversi nervi:

Il nervo oculomotore controlla la muscolatura oculomotoria superiore, inferiore e interna diretta, nonché la parte inferiore diritta e quella inferiore obliqua. Il nervo esterno è responsabile del lavoro della linea esterna e il nervo laterale è responsabile della contrazione dell'obliquo superiore. Questa separazione delle funzioni di controllo assicura il coordinamento del movimento degli occhi.

La particolarità dell'attaccamento alla sclera dei muscoli esterno e interno consente loro di ruotare l'occhio in direzione orizzontale: una riduzione del dritto interno provoca una svolta nella direzione del naso, e quella esterna nella direzione dell'osso temporale.

I movimenti oculari verticali sono forniti dalla contrazione dei muscoli rettilineo inferiore e superiore, ma a causa del fatto che i loro punti di attacco si trovano ad un angolo rispetto all'asse orizzontale dell'occhio, contemporaneamente al movimento lungo la verticale, viene effettuato un movimento verso l'interno.

I muscoli obliqui forniscono movimenti oculari piuttosto complessi: usando l'obliquo inferiore, abbassando e ruotando verso l'interno, sollevando la parte superiore e ruotando verso l'esterno. Il lavoro di squadra armonioso dei muscoli diretti e obliqui consente di ruotare gli occhi in senso orario e antiorario.

Malattie causate dal malfunzionamento dei muscoli oculari

La violazione del corretto funzionamento degli elementi motori degli organi di visione può portare a tali malattie:

  • strabismo - disposizione asimmetrica degli occhi;
  • paresi: l'incapacità dei muscoli oculari;
  • nistagmo: fluttuazioni involontarie dell'occhio;
  • miastenia, debolezza muscolare;
  • visione offuscata (miopia, ipermetropia, astigmatismo).

Allenamento dei muscoli oculari

Uno dei mezzi per prevenire le malattie è allenare i muscoli dell'occhio. Gli esercizi di allenamento muscolare dovrebbero essere eseguiti in combinazione con esercizi fisici combinati con esercizi di respirazione ed esercizi di rilassamento.

Per migliorare la vista e prevenire le malattie degli occhi, molti noti scienziati - gli oftalmologi hanno sviluppato varie serie di esercizi per rafforzare i muscoli. Tra questi c'è il sistema dell'oftalmologo americano William Horatio Bates.

Come risultato della ricerca, il dott. Bates ha concluso che la base delle malattie degli occhi e, in particolare, della vista insufficiente è la sovracapacità cronica dei muscoli oculari, quindi gli esercizi di rilassamento sono il cuore del suo metodo. Bates riteneva che il rilassamento completo potesse essere raggiunto attraverso il rilassamento della psiche.

Il metodo Dr. Bates si basa sui seguenti esercizi:

  • palming;
  • prestazioni mentali;
  • raccoglimento;
  • visualizzazione;
  • solarizzazione.
  • visualizzazione;
  • solarizzazione.

Il palming è un rilassamento degli occhi, coperto dai palmi delle mani.

Sedersi comodamente su una sedia, rilassarsi, raddrizzare la schiena, mantenere la testa dritta, respirare in modo uniforme e calmo. Dirigi uno sguardo a un oggetto di fronte a te, guardandolo. Quindi chiudi gli occhi delicatamente e metti le mani incrociate sugli occhi in modo che si trovino come occhiali sul ponte del tuo naso, appoggia i gomiti sul tavolo. Immergiti nel relax e nei ricordi piacevoli. Quindi immagina uno schermo nero di fronte ai gas. Più il colore è nero, più ti sentirai rilassato.

Rappresentazione mentale

Al momento del palming, immagina uno schermo a colori di fronte a te, alternativamente cambiando i colori: rosso, arancione, giallo, verde, blu, blu, viola. La durata della presentazione dei colori - non più di un secondo. La durata dell'allenamento dovrebbe essere di 5-10 minuti.

Ricordi.

Batesy credeva che durante i ricordi piacevoli il sistema nervoso si rilassa, e con esso i nostri organi visivi. Siediti comodamente, rilassati, respira in modo uniforme, chiudi gli occhi come se stessi palpando e immergiti nei piacevoli ricordi della tua vita.

Visualization.

Eseguendo un palming, durante il rilassamento, immagina un tavolo per controllare la visione come se fosse possibile vedere bene tutte le linee.

Solarizzazione.

Batesy credeva che il sole fosse una fonte di energia per gli occhi e, per non avere paura del sole splendente, dovrebbero essere esposti più spesso ai raggi del sole. All'alba o al tramonto, guarda il sole, poi chiudi gli occhi con i palmi delle mani come se stessi palpando in modo da assorbire l'energia del sole.

Gli esercizi descritti dovrebbero essere eseguiti ogni giorno poco alla volta, ma il più spesso possibile. Nei suoi libri, il dott. Bates scrive che questa tecnica ha aiutato a migliorare la visione in miopia, ipermetropia, astigmatismo e strabismo in molti dei suoi pazienti, eseguendo esercizi quotidiani che possono sbarazzarsi di disturbi agli occhi.

Più Sulla Visione

Alta temperatura nella congiuntivite nei bambini

La congiuntivite è un processo infiammatorio che si verifica nell'organo della vista. In questa malattia, la congiuntiva è interessata - la mucosa degli occhi....

Perché il bulbo oculare fa male quando si muove?

Il bulbo oculare è un organo visivo umano che è responsabile della percezione dell'ambiente. Consiste di diverse parti che svolgono varie funzioni, ed è collegato da terminazioni nervose al cervello....

Digitopressione cinese per la visione

I tuoi occhi si stancano presto della luce solare intensa, così come durante la lettura, lavorando al computer, la miopia o l'iperopia progrediscono lentamente ma costantemente?...

Collirio dall'orzo sull'occhio

L'orzo sull'occhio è una malattia infettiva-infiammatoria del follicolo pilifero o ghiandola grassa delle ciglia. Spesso l'insorgere della malattia è associato all'inquinamento delle età e all'indebolimento del sistema immunitario....